Monza: insulta una agente e in questura si spoglia e morde un poliziotto, arrestato
Controlli della polizia

Monza: insulta una agente e in questura si spoglia e morde un poliziotto, arrestato

Pomeriggio di follia per un cittadino nigeriano di 23 anni fermato in via Buonarroti a Monza e poi portato in via Montevecchia perché di documenti. Il giudice l’ha obbligato alla firma quotidiana nella caserma dei carabinieri.

Prima, per strada, in via Buonarroti, a Monza, dove è stato fermato per un controllo, ha offeso pesantemente una agente della pattuglia, poi, portato in questura perché privo di documenti, al momento del rilascio, per motivi ignoti si è rifiutato di lasciare l’edificio spogliandosi e mordendo un poliziotto a una mano (5 giorni di prognosi).

Pomeriggio di follia, giovedì 21 maggio, per un cittadino nigeriano di 23 anni per il quale è scattato l’arresto convalidato dal giudice che ha disposto l’obbligo di firma giornaliero alla caserma dei carabinieri del luogo di residenza. L’intervento è stato condotto da agenti del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia aggregati presso la questura locale generalmente tre volte alla settimana con altrettante pattuglie di rinforzo e dipendenti funzionalmente dal dirigente della Squadra Volanti che assegna loro compiti e obbiettivi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA