Monza, i vigili nella bufera: M5S chiede l’accesso agli atti sulle spese della polizia locale
Nost Monza operazione

Monza, i vigili nella bufera: M5S chiede l’accesso agli atti sulle spese della polizia locale

Lente d’ingrandimento su tutte le spese fatte dai vertici della Polizia locale di Monza: il Movimento 5 Stelle chiede l’accesso agli atti per conoscere tutti i movimenti economici effettuati dalle parti di via Marsala per l’acquisto e la fornitura di beni e servizi.

Lente d’ingrandimento su tutte le spese fatte dai vertici della Polizia locale di Monza. A domandare l’accesso agli atti per conoscere tutti i movimenti economici effettuati dalle parti di via Marsala per l’acquisto e la fornitura di beni e servizi è stato in questi giorni il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle che ha depositato un’interpellanza direttamente all’attenzione del sindaco e dell’assessore alla Sicurezza, Federico Arena.

I pentastellati hanno chiesto all’amministrazione di venire in possesso dei documenti relativi a quanto acquistato dalla Polizia locale nei mesi che vanno dal 1 dicembre 2017 fino al 30 giugno 2018, in pratica il periodo che corrisponde alla gestione dell’attuale comandante Pietro Romualdo Vergante. Il gruppo ha inoltre domandato di accedere non soltanto ai bandi, ma anche alle determine relative agli affidamenti diretti, affidamenti possibili per legge solo per beni e servizi che non superano i 40mila euro.

Ma non si tratta dell’unica interpellanza che riguarda il comando. Sempre il gruppo 5 stelle ha infatti chiesto alla giunta di rispondere ad una seconda interpellanza, questa volta relativa all’ufficio Infortunistica: “Vorremmo sapere – scrivono – quante volte l’ufficio Infortunistica è rimasto chiuso nei mesi di maggio e giugno di quest’anno e il motivo dettagliato delle chiusure”.

Secondo quanto rilevato dai pentastellati, in base a segnalazioni ricevute, si sarebbero infatti verificate in questi mesi delle chiusure a sorpresa “che avrebbero provocato malumore – si legge ancora – tra i cittadini che in quei giorni avevano necessità di quell’ufficio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA