Monza: i ragazzi di Fridays for future lanciano un contest (grafico) nel nuovo locale plastic free
dado monza (Foto by Massimiliano Rossin)

Monza: i ragazzi di Fridays for future lanciano un contest (grafico) nel nuovo locale plastic free

Un contest per realizzare le boracce anti-plastica: è il progetto dei ragazzi dei Fridays for future insieme a Desbri e con un locale di Monza che punta a diventare del tutto plastic free.

I giovani di Friday for future Monza, il Distretto di economia solidale e il nuovo locale Dado Cafè insieme per l’ambiente. Una serie di collaborazioni che si sono unite, come i pezzi di un puzzle, per dire stop alla plastica. Dopo lo sciopero di venerdì 27 settembre, che ha coinvolto 16 istituti scolastici, diverse associazioni e numerosi cittadini, i ragazzi che hanno dato vita al movimento Friday for future Monza vogliono proseguire nel loro impegno anche con la collaborazione di Sara Didoni, tra le fondatrici del Distretto e i titolari di Dado Cafè di via Mantegazza.

Completamente rinnovato, il locale, non solo nel look ma nella sostanza: i titolari si impegnano per ridurre, sino a eliminare l’uso della plastica e lo fanno attraverso iniziative concrete, tra queste la vendita di bottiglie e borracce personalizzare realizzate da Simone Bonetta, in arte BSimo, Margherita Premuroso. Che lancia anche un contest tra gli studenti: chi vorrà potrà inviare un disegno per la prossima borraccia che verrà poi realizzato. Chiaramente il tema dell’opera deve essere legato alla sostenibilità ambientale. La giuria è composta dai due artisti e da Anna Martinetti, consigliere del Comune di Monza, impegnata sul fronte della sostenibilità ambientale.

Chi volesse partecipare può inviare i suoi disegni entro il 15 novembre a dadoforfuture@gmail.com. Un concorso che fa da ponte alla giornata del 5 ottobre, Carrobiolo For future, promossa dal Distretto in collaborazione con il centro Antonia Vita. «Siamo partner del gruppo di giovani di Friday for future - spiega Sara Didoni- tanto che insieme abbiamo lanciato, nel pomeriggio di venerdì, dopo il corteo, uno swap party presso l’orangerie della Villa reale per offrire proposte concrete ai ragazzi. Sabato prossimo saremo ancora insieme all’evento di Antonia Vita. Crediamo molto in quello che fanno questi giovani e vogliamo valorizzarli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA