Monza Fuori Gp 2019 tra tradizione e innovazione: ecco cosa succede a settembre
MONZA Fuori GP (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza Fuori Gp 2019 tra tradizione e innovazione: ecco cosa succede a settembre

Svelato il programma di Monza Fuori Gp 2019, il contenitore di eventi che dal 5 all’8 settembre accompagna in città il Gp d’Italia. Tradizione e innovazione tra musica, gara tra chef e la partita benefica con la Nazionale piloti e la formazione di Assolombarda.

Tradizione e innovazione: sono le due parole chiave del Monza Fuori Gp 2019 che monopolizzerà buona parte del Centro dal 5 all’8 settembre 2019 in concomitanza con il Gp d’Italia. La kermesse, presentata lunedì in Comune, confermerà gli appuntamenti più graditi dal pubblico e li integrerà con nuovi eventi.

La tradizione, ha chiarito, va cercata nelle celebrazioni del novantesimo anniversario del Gran Premio d’Italia che proietta la città verso il 2022, anno in cui l’autodromo compirà cento anni. L’innovazione, invece, è rappresentata dalla caccia continua a spunti che amplino l’offerta del Fuori Gp.

LEGGI Torino perde il Salone dell’auto che trasloca a Milano: e se alla fine dovesse sbarcare a Monza?

«Intendiamo creare – ha spiegato il sindaco Dario Allevi – una contaminazione sempre maggiore tra quello che accade in autodromo e la città, costruire un ponte per i tifosi, i residenti e i turisti». Monza punta a confermare il suo ruolo di capitale dei motori che, auspica il primo cittadino, potrebbe crescere ulteriormente con l’arrivo del Salone dell’auto la prossima primavera.

MONZA Fuori GP

MONZA Fuori GP
(Foto by Fabrizio Radaelli)

«Offriremo – ha aggiunto Allevi – un menu per tutti i gusti e per tutte le età, per gli appassionati di Formula Uno» e per i visitatori. Il cartellone, quasi completo, prevede esibizioni musicali da Jo Squillo e Alan Sorrenti ai giovani vincitori della finale di Amici, intrattenimenti con maghi e cabarettisti, street food. cene sotto le stelle e, naturalmente, la possibilità di cimentarsi con i simulatori di velocità e con il cambio gomme al pit stop.

Tra le novità spicca lo show “Chef da corsa” che, giovedì 5 settembre metterà a confronto i cuochi dei team più famosi giudicati da piloti di ieri e di oggi tra cui Jean Alesi. Dopo un anno di assenza mercoledì 4 settembre tornerà la partita benefica che vedrà sfidarsi al Brianteo la Nazionale piloti e la formazione di Assolombarda. Il calcio terrà banco anche giovedì 5, alle 21.30, con la presentazione ufficiale del Monza in piazza Trento e Trieste.

Per la prima volta il Fuori Gp invaderà pacificamente i Boschetti che ospiteranno le società sportive e lo street food: «In questo modo – ha commentato l’assessore allo Sport Andrea Arbizzoni – dimostriamo concretamente la volontà di valorizzare questa parte di Monza».

In piazza Cambiaghi, oltre ad alcuni concerti, sabato 7 si svolgerà una tappa del campionato italiano di Urban trial. Tra le iniziative culturali, ha ricordato il responsabile della Cultura Massimiliano Longo, si inserisce la mostra fotografica di Ercole Colombo e Giorgio Terruzzi allestita all’Arengario dal 5 al 22 settembre.

«Il Fuori Gp 2019 – ha anticipato Danilo Pozzi di Tripla E, la società che organizza la kermesse – sarà all’insegna della sicurezza: proporremo quiz, esperienze al buio» e l’opportunità di sperimentare, grazie a uno speciale simulatore, i rischi che si corrono guidando in stato di ebbrezza.

Il Comune, che ha finanziato la manifestazione con 22mila euro, conta di incassarne 28mila in tributi e occupazione del suolo: l’obiettivo dell’amministrazione è quello di superare le 120mila presenze del 2018. Al Fuori Gp contribuiscono vari sponsor tra cui Brianzacque, Enerxenia e Farmacom.


© RIPRODUZIONE RISERVATA