Monza: evade dai domiciliari per rubare una borsetta in un’auto, in casa ha gioielli sospetti
La via Borgazzi di Monza

Monza: evade dai domiciliari per rubare una borsetta in un’auto, in casa ha gioielli sospetti

Da una borsetta abbandonata sotto un’auto e consegnata da un passante, i carabinieri della stazione di Monza sono risaliti a un topo d’auto, un 58enne monzese, evaso dai domiciliari per commettere il furto, e, di conseguenza, di nuovo arrestato. I fatti sono accaduti giovedì 8 novembre attorno alle 16 in via Borgazzi, a Monza. In casa dell’uomo trovata altra probabile refurtiva.

Da una borsetta abbandonata sotto un’auto e consegnata da un passante, i carabinieri della stazione di Monza sono risaliti a un topo d’auto, un 58enne monzese, evaso dai domiciliari per commettere il furto, e, di conseguenza, di nuovo arrestato. I fatti sono accaduti giovedì 8 novembre attorno alle 16 in via Borgazzi, a Monza. Alcuni elementi forniti dal passante hanno permesso agli investigatori dell’Arma si risalire con certezza al 58enne, già noto per reati specifici, quale autore del furto della borsetta, avvenuto poco prima nell’auto di una 37enne monzese.

Attraverso una perquisizione personale e domiciliare l’uomo è stato trovato in possesso del portafoglio della donna con all’interno i documenti della proprietaria e del denaro. Non solo, i militari nella casa hanno rinvenuto anche due valigette da lavoro contenenti gioielli e monili, collane, bracciali, orecchini, anelli e orologi, verosimilmente la refurtiva di un furto pregresso. Indagini sono in corso.

Il 58enne, accusato di evasione, furto aggravato e ricettazione, è stato trattenuto in camera di sicurezza nella caserma di via Volturno in attesa del rito direttissimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA