Monza, all’ospedale San Gerardo i primi vaccinati anti Covid. Ma la gente va convinta: solo il 47% è disposto a vaccinarsi, bisogna far crescere la fiducia - VIDEO
Il vaccino anti Covid al San Gerardo

Monza, all’ospedale San Gerardo i primi vaccinati anti Covid. Ma la gente va convinta: solo il 47% è disposto a vaccinarsi, bisogna far crescere la fiducia - VIDEO

Anche a Monza, all’ospedale San Gerardo, si sta celebrando il Vax Day. Arrivate 50 dosi nella mattinata di domenica 27 dicembre. Tra i primi vaccinati Matteo Cesana, infermiere responsabile del dipartimento emergenza dell’Asst Monza, Silvia Crippa, responsabile dell’Asst Monza per le vaccinazioni e il presidente dell’Ordine dei medici di Monza Teruzzi. Tra i medici di medicina generale dice sì al vaccino oltre il 90%. Tra operatori sanitari e Rsa in Brianza sono previste oltre 24mila vaccinazioni.

Scattate anche al San Gerardo alle 15 di domenica 27 dicembre le prime vaccinazioni anti Covid. In mattinata sono arrivate 50 dosi da somministrare a 12 selezionati dall’Ats Brianza. Gli altri vaccini sono per persone selezionate in ugual numero da Asst Monza e Asst Vimercate. Presenti i direttori generali delle Asst Mario Alparone e Nunzio Del Sorbo, il presidente dell’Ats Silvano Casazza, il sindaco Dario Allevi, il vicepresidente regionale Fabrizio Sala e l’assessore Martina Cambiaghi, i vertici dell’Università Bicocca, i presidenti degli ordini di medici e farmacisti della Brianza, i rappresentanti delle forze dell’ordine.

LEGGI Vaccini anti Covid-19 a Monza, reazioni tra speranza, ricerca e informazione chiara: «Una luce in fondo al tunnel»

LEGGI Covid-19, prima fase del piano vaccinale: 23mila dosi per la provincia di Monza e Brianza

Il primo vaccinato

Il primo vaccinato

I primi vaccinati sono stati Matteo Cesana, infermiere responsabile del dipartimento emergenza dell’Asst Monza e Silvia Crippa, responsabile dell’Asst Monza per le vaccinazioni. Nella giornata di domenica è stato vaccinato solo il personale sanitario, i direttori e il personale non sanitario verranno vaccinati in seguito. Alle 15.20 erano state somministrate dieci dosi.

Matteo Cesana

Matteo Cesana

Nei discorsi ufficiali tutti hanno parlato di una giornata non solo simbolica ma, come ha ribadito Sala, importante per passare all’attacco del virus. Un momento importante che però non deve portare ad abbassare la guardia.
Grande attenzione per il tema della ricerca: Cristina Messa, ex rettore dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e presidente della Fondazione Tecnomed dell’Università Milano Bicocca, tra i testimonial, ha parlato dell’importanza del lavoro mondiale su un vaccino tutto nuovo. È arrivato in tempi record ma è anche sicuro ed efficace.

I numeri dei vaccini nella prima fase

I numeri dei vaccini nella prima fase

Il presidente dell’Ordine dei medici di Monza e Brianza Carlo Maria Teruzzi è stato vaccinato e l’ha fatto in rappresentanza di tutti i suoi colleghi e per chi non c’è più. Un sondaggio aggiornato a domenica mattina tra medici di medicina generale della provincia rivela che poco più del 90% dice sì a vaccino. Ma la percentuale restante è troppo alta.

Il sindaco di Monza Dario Allevi ha ringraziato ospedale, sanitari e ricercatori. Adesso inizia una fase importante perché un sondaggio dice che solo il 47% della popolazione dice sì al vaccino. Tutti hanno sottolineato l’importanza di una informazione responsabile per impedire la circolazione di fake news, per far crescere fiducia.

«Durante la prima ondata sono stato tra i primi a contrarre questo virus, così come mia moglie - ha voluto dire Alessandro Manzoni, rappresentante degli infermieri iscritto all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Milano - Lodi - Monza e Brianza, che per sua stessa ammissione finora non aveva mai scelto di fare neanche un vaccino contro l’influenza - Sappiamo cosa vuol dire, cosa abbiamo passato e come me tanti colleghi. Ed è per questo che oggi mi faccio vaccinare e spero che come me lo facciano in tanti».

Il Vax Day a Monza: da sinistra Mario Alaprone (direttore generale Asst Monza), Nunzio Del Sorbo (direttore generale Asst Vimercate) Silvano Casazza dell’Ats Brianza

Il Vax Day a Monza: da sinistra Mario Alaprone (direttore generale Asst Monza), Nunzio Del Sorbo (direttore generale Asst Vimercate) Silvano Casazza dell’Ats Brianza
(Foto by Fabrizio Radaelli)

Mario Alparone, direttore generale dell’Asst di Monza ha sottolineato l’importanza di un sistema di collaborazione: l’hub di Monza collaborerà con Vimercate, altro centro di stoccaggio dotato di frigo a -75 gradi. Monza, tuttavia, potrà contare anche sui frigo nuovi messi a disposizione dall’università, realizzando un sistema di lavoro integrato sul territorio. Alparone ha annunciato che si pensa di vaccinare il personale in tre settimane.

È partita la prima fase della campagna vaccinale: tra operatori sanitari e Rsa in Brianza sono previste oltre 24mila vaccinazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA