Monza e Brianza: i Comuni si organizzano per l’estate, il sondaggio di Concorezzo e Agrate
La notte bianca al Sulè del 2018 (Foto by Michele Boni)

Monza e Brianza: i Comuni si organizzano per l’estate, il sondaggio di Concorezzo e Agrate

L’estate per le famiglie già orfane della scuola, ma chiamate al lavoro, potrebbe essere un problema: a Monza e Brianza i Comuni prova a organizzarsi con dei sondaggi. I casi di Agrate e Concorezzo.

L’amministrazione comunale di Agrate Brianza in collaborazione con la comunità pastorale “Casa di Betania”, il “Giocasport”, la cooperativa Melograno (Centro estivo per l’Infanzia), l’istituto comprensivo Bontempi, il centro giovani Sulè e alcune società sportive del territorio sta valutando la possibilità di realizzare delle attività estive con una proposta educativa che dovrà necessariamente tenere in scrupolosa considerazione le nuove normative sulla sicurezza e sul distanziamento sociale.

L’eventuale realizzazione e necessarie modalità operative saranno comunque stabilite dai prossimi Dpcm e ordinanze regionali. «Per questo motivo si sta attivando un tavolo di studio per analizzare un potenziale scenario che dovrebbe permettere ai nostri ragazzi di vivere questa esperienza in sicurezza accedendo a più strutture. L’inizio delle attività dovrebbe essere previsto per martedì 9 Giugno, coinvolgendo i ragazzi dai 3-14 anni. Diventa fondamentale capire il vostro orientamento per questa iniziativa e per questo motivo abbiamo deciso di lanciare questo sondaggio in forma anonima che è attivo da sabato 9 maggio a giovedì 14 maggio» ha fatto sapere il Comune che nel giro di poche ore ha già raccolto oltre 400 risposte. Per chi volesse partecipare al sondaggio può collegarsi a questa pagina web.

Anche Concorezzo ne giorni scorsi ha organizzato una iniziativa simile, rivolgendosi ai genitori dei ragazzi delle scuole elementari e delle medie “per capire l’interesse a questo genere di iniziativa”. «La sicurezza e il rispetto delle normative sanitarie e di distanziamento sociale saranno i requisiti fondamentali per poter organizzare iniziative rivolte ai nostri ragazzi- ha precisato il sindaco Mauro Capitanio-. Proprio per questo abbiamo coinvolto in un tavolo di lavoro sia la parrocchia che la scuola e le società sportive per valutare insieme la possibilità di proporre attività dislocate in diversi luoghi del territorio ed eventualmente a rotazione. Tutto è ancora in fase di organizzazione e la programmazione entrerà nel vivo una volta chiuso il sondaggio quando quindi avremo un quadro indicativo delle effettive esigenze e richieste delle famiglie concorezzesi”. Il sondaggio, che si trova a questa pagina, è aperto fino al 12 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA