Monza dice addio ad Annamaria Pagnoni, pioniera delle donne in medicina
Annamaria Pagnoni

Monza dice addio ad Annamaria Pagnoni, pioniera delle donne in medicina

È stata una delle prime donne medico e ha attraverso un secolo di storia di Monza: la città dice addio Ad Annamaria Pagnoni, Giovannino d’oro dallo scorso giugno. Aveva 101 anni.

Non ce l’ha fatta a raggiungere quel traguardo incredibile: alla fine del mese di novembre avrebbe espresso un desiderio e soffiato su 102 candeline. Annamaria Pagnoni si è spenta martedì 19 ottobre, portando con sé un pezzo di storia di quella Monza da cui non si è mai allontanata.

LEGGI i Giovannini d’oro 2021

Classe 1919, l’ultracentenaria “ha speso la sua vita professionale nella cura degli altri”: lo ha ricordato anche il Comune di Monza quando, lo scorso 24 giugno, le ha conferito il Giovannino d’oro, la massima tra le civiche benemerenze. “Cardiologa - aveva scritto piazza Trento e Trieste - è stata tra le prime donne medico in Italia, maturando una lunga e brillante carriera all’Istituto dei tumori di Milano e lavorando al fianco del professor Umberto Veronesi. È stata una vera e propria antesignana dell’impegno femminile nello studio delle materie scientifiche”.

Annamaria Pagnoni

Annamaria Pagnoni

Attraverso le colonne del Cittadino in quell’occasione Annamaria Pagnoni aveva augurato alla sua città di essere più ordinata e di riuscire a contare, in futuro, su una maggiore collaborazione da parte di tutti: senso civico e rispetto le parole che aveva indirizzato ai suoi concittadini. Tra le monzesi più longeve, la scorsa primavera era riuscita a sconfiggere anche Covid-19: dopo le traversie di quel periodo, ricevere il Giovannino l’aveva riempita di felicità, avevano commentato i familiari.

ASCOLTA le parole di Annamaria Pagnoni

Le esequie saranno celebrate nel duomo di Monza alle 15.30 di giovedì 21 ottobre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA