Monza, chiede l’elemosina con un bambino di 5 anni: denunciata
Alcuni agenti del Nucleo operativo sicurezza tattica - foto di repertorio

Monza, chiede l’elemosina con un bambino di 5 anni: denunciata

Proseguono le attività di servizio sicurezza urbana e antidegrado con personale Nost (Nucleo operativo sicurezza tattica) della Polizia Locale di Monza: in piazza Trento e Trieste è stata denunciata una donna che chiedeva l’elemosina con un bambino di 5 anni, affidato poi dagli agenti ad un parente che ne poteva garantire la custodia.

Proseguono le attività di servizio sicurezza urbana e antidegrado con personale Nost (Nucleo operativo sicurezza tattica) della Polizia Locale di Monza: i tredici agenti volontari, oltre al comandante Piero Vergante, sono stati impegnati martedì 13 marzo, in mattinata, nel centro storico e zone periferiche. In piazza Trento e Trieste è stata denunciata una donna di origini rumene pizzicata a chiedere l’elemosina con un bambino di 5 anni, affidato poi dagli agenti ad un parente che ne poteva garantire la custodia.

I controlli si sono poi portati in via della Boscherona dove tre nomadi, tutti stranieri, che soggiornavano abusivamente con un camper nel parcheggio di un giardino pubblico sono stati allontanati. Sempre in zona sequestrato inoltre un veicolo in sosta in quanto privo della copertura assicurativa; contestualmente è stata anche ritirata la patente e la targa provvisoria del possessore del mezzo, sempre di nazionalità straniera.

Sono state infine presidiate le aree e i parcheggi della stazione ferroviaria e l’ingresso dell’ospedale San Gerardo dove un cittadino straniero è stato sanzionato per la vendita ambulante in forma itinerante vietata dal regolamento di polizia urbana .


© RIPRODUZIONE RISERVATA