Monza: calci e pugni per rubargli la bicicletta, fermato un 23enne senza fissa dimora
Sullo sfondo, il parco Artigianelli.

Monza: calci e pugni per rubargli la bicicletta, fermato un 23enne senza fissa dimora

Bloccato per strada e preso a calci e pugni per rubargli la bicicletta. Disavventura per un monzese, venerdì 29 giugno, in pieno giorno, nel pomeriggio, al parco Artigianelli di Monza. I carabinieri, grazie a una descrizione accurata, sono riusciti ad acciuffare uno degli aggressori, un 23enne nigeriano senza fissa dimora sottoposto a fermo di indiziato di delitto

Bloccato per strada e preso a calci e pugni per rubargli la bicicletta. Disavventura per un monzese, venerdì 29 giugno, in pieno giorno, nel pomeriggio, al parco Artigianelli di Monza. Ma tutto è bene quel che finisce bene visto che i carabinieri, grazie a una descrizione accurata, sono riusciti ad acciuffare uno degli aggressori/rapinatori dell’uomo.

Si tratta di un 23enne nigeriano senza fissa dimora sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Lo straniero è stato bloccato nelle vicinanze dai militari del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Monza con la bicicletta del malcapitato, subito requisita e restituita. Il 23enne è stato invece tradotto nella casa circondariale di via Sanquirico a disposizione della Autorità giudiziaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA