Monza: agli arresti domiciliari si prende una boccata d’aria notturna al parco
I carabibieri nel giardinetto di San Rocco

Monza: agli arresti domiciliari si prende una boccata d’aria notturna al parco

Un uomo di 53 anni in detenzione per reati contro la persona e il patrimonio è stato pizzicato dai militari in un parco pubblico del quartiere San Rocco a Monza e portato davanti al giudice che ha riconfermato la medesima misura .

Nonostante l’obbligo di restare a casa, in quanto agli arresti domiciliari per aver commesso reati contro la persona e il patrimonio, ha deciso di prendere una boccata d’aria e, in piena notte, mercoledì 23 settembre, è andato al parco del quartiere San Rocco di Monza. Dove l’hanno trovato i carabinieri che prima l’avevano cercato nella sua abitazione. L’uomo, un 53enne, è stato bloccato e tradotto dal parco direttamente in Tribunale, dopo il solo tempo necessario per la compilazione degli atti da parte dei militari, dove il giudice ha confermato la misura degli arresti domiciliari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA