Monza: addio ai dinosauri

Li hanno visti in 90mila

Monza: addio ai dinosauri  Li hanno visti in 90mila

Bilancio più che positivo per la mostra all’interno del parco: nessun costo per il consorzio e una rendita di 50mila euro. Il 60% dei visitatori arrivava da fuori provincia

Arrivederci Ciro. I dinosauri lasciano il parco di Monza diretti a Bassano del Grappa. In partenza i diplodocus di 23 metri installati davanti a Villa Mirabello e gli altri esemplari a grandezza naturale che da marzo a domenica scorsa hanno trasformato il parco di Monza in un parco “giurassico”.

Una mostra di successo quella dei “Dinosauri in carne ed ossa” come raccontano i numeri forniti dagli organizzatori e dal Consorzio. Oltre 90 mila visitatori di cui 10 mila studenti, 350 classi prenotate per visite guidate, 48 feste di compleanno realizzate dagli educatori del Creda tra spiro sauri e tirannosauri, dodici “sauro notti” con suggestive visite speciali in notturna .

Secondo i dati raccolti il 60% dei visitatori della mostra è arrivato da fuori provincia e ha approfittato dell’occasione per visitare il resto del parco e conoscere la storia della Reggia.

La mostra ha anche segnato l’apertura di Villa Mirabello dopo i restauri. Un luogo che potrà essere utilizzato anche in futuro come sede di mostre e come polo scientifico per l’offerta culturale nel parco. A bilancio anche due dati economici: la mostra è stata a costo zero per le casse consortili, ma ha portato circa 50 mila euro come percentuale sui biglietti venduti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA