«Mio figlio salvo grazie alla Cri»

Il progetto disostruzione pediatrica

«Mio figlio salvo grazie alla Cri»  Il  progetto disostruzione pediatrica

«Oggi ho salvato mio figlio, grazie al corso della Croce Rossa». L’ha scritto in settimana la nota dj radiofonica Paoletta sul suo blog. Una testimonianza importante per l’impegno di tutti i comitati, Monza in testa, in prima linea nella promozione del progetto disostruzione pediatrica.

«Oggi ho salvato mio figlio, grazie al corso della Croce Rossa». L’ha scritto in settimana la nota dj radiofonica Paoletta sul suo blog (guarda). Voce di Radio Italia con un passato a DeeJay, Rtl e R101, ha mantenuto il sangue freddo quando il figlio di due anni ha rischiato di soffocare dopo aver inghiottito un biscotto intero: il post racconta la paura, ma anche la lucidità nel mettere in pratica le manovre imparate in un corso con la Cri di Erba. Una testimonianza importante per l’impegno di tutti i comitati.

La Croce rossa di Monza è da tempo in prima linea nella promozione delle tecniche per liberare le vie respiratorie ai bambini in caso di emergenza. Tutto esaurito nei teatri in occasione dei primi incontri e buon interesse anche in piazza quando, come ad esempio nel mese di maggio, le dimostrazioni sono state organizzate in occasione della festa della delegazione cittadina.

E le dimostrazioni in Brianza non si fermano in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico. Da lunedì 2 settembre incontri riservati agli insegnanti e al personale delle scuole sono in programma a Bellusco, a Senago, a Brugherio e a Monza (info:disostruzionepediatrica@crimonza.it).


© RIPRODUZIONE RISERVATA