Mimo 2021, i 120 modelli in esposizione. A Milano un monumento per ricordare Alberto Ascari
La presentazione del Milano Monza Motor Show

Mimo 2021, i 120 modelli in esposizione. A Milano un monumento per ricordare Alberto Ascari

Presentati ufficialmente tutti i modelli che saranno protagonisti del Mimo 2021, il Milano Monza Motor Show che si terrà nelle due città dal 10 al 13 giugno. Nel capoluogo ci sarà anche l’inaugurazione di un nuovo monumento dedicato ad Alberto Ascari.

Un segno della ripresa. Questo vuole essere il Mimo 2021, il Milano Monza Motor show che si terrà tra Milano (in gran parte) e Monza (n autodromo ma solo con eventi a invito) dal 10 al 13 giugno. L’evento è stato ufficialmente presentato nella mattinata di martedì 8 giugno presso la Sala Biagi del Palazzo della Regione Lombardia da Andrea Levy, presidente Mimo, alla presenza di Fabrizio Sala (assessore Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione della Regione Lombardia), di Angelo Sticchi Damiani (presidente Aci), di Geronimo La Russa (presidente Aci MIlano), Luca Martinazzoli (irettore di Milano & Partners), Andrea Arbizzoni (assessore allo Sport del Comune di Monza) e Augusto Raggi (responsabile Enel X Italia).

«Sarà un evento sicuro - ha dichiarato Andrea Levy -. Ci saranno 63 brand presenti, dieci dei quali marchi di motociclette, per 120 pedane di auto in esposizione. Ci saranno dieci anteprime mondiali. E l’altra cosa che mi preme sottolineare è che di queste auto, l’80% sono veicoli elettrici o ibridi pug-in. Perché il tema della sostenibilità ambientale è presente del mondo delle auto».

I marchi in esposizione

Il centro di Milano sarà la grande vetrina a cielo aperto dove troveranno posto le 120 pedane. Ognuna da un codice QR in grado di sostituire l’interazione tra pubblico e personale. Ogni codice QR, stampato in grande in modo da essere inquadrabile anche a distanza, rimanderà alla pagina specifica del modello con schede tecniche, immagini, video e link al sito ufficiale, al configuratore e ai test drive.

Partendo da piazza Duomo, troverà la prima delle 10 anteprime mondiali, sulla pedana n. 1, una premiere Bugatti, il cui nome verrà svelato all’inaugurazione del Mimo. A seguire, proseguendo attorno alla cattedrale: la world premiere Bugatti Bolide, Bugatti Chiron Pur Sport, Bugatti Chiron Sport, Lamborghini Sian Coupé e Lamborghini Huracàn STO, Audi RS e-tron GT, l’anteprima mondiale Ducati, e la Cupra Formentor e-Hybrid. Continuando la passeggiata: l’anteprima Porsche Taycan Cross Turismo, Bentley Bentayga First Edition V8, l’anteprima McLaren Artura, Seat Nuova Leon e-Hybrid, Suzuki Across, le anteprime mondiali DR 6.0 e DR 5.0, la premiere EVO3, la world premiere Pambuffetti PJ-01, Renault Arkana, l’anteprima nazionale Hyundai Bayon, Land Rover Defender 90, Lexus UX300-e, Toyota Yaris cross, l’anteprima Peugeot 308 Plug-In Hybrid, Opel Mokka-e, la premiere Jeep Wrangler 4xe, Fiat 500e 3+1, DS9 E-Tense Ibrido Plug-in, Citroën E-C4 100% Electric, Alfa Romeo GiuliaGTAm, Maserati Levante Trofeo nell’esclusivo allestimento Fuoriserie, Ferrari Portofino M. La pedana n. 35 ospiterà un’altra importante anteprima mondiale, la Pagani Huayra R, e a seguire Pagani Huayra Roadster BC, Pagani Huayra Imola.

La presentazione del Mimo 2021: da sinistra Andrea Levy, Fabrizio Sala e Geronimo La Russa

La presentazione del Mimo 2021: da sinistra Andrea Levy, Fabrizio Sala e Geronimo La Russa

Un’anteprima nazionale apre la serie di modelli esposti nel sagrato, tutte novità assolute: Hyundai Ioniq 5. Seguono l’anteprima BMW iX, la premiere KIA EV6, Ford Mustang Mach-e, la nuova Mini Full Electric, Mazda MX-30, Mg Ehs Plug-In Hybrid, l’anteprima Škoda Enyaq SportLine iV. Ha scelto il MIMO per la sua anteprima mondiale anche la Cupra Born, esposta alla pedana n. 46, seguita da Audi Q4 e-tron e dall’anteprima Volkswagen ID.4 GTX.

Nella suggestiva cornice di piazza della Scala ci saranno le installazioni di Maserati MC20, Pagani Zonda F, Dallara Stradale Club Italia, Ferrari Roma.

Da piazza San Babila a piazza Duomo: Mitsubishi Eclipse Cross PHEV e le novità di nuovi brand tutti elettrici che saranno svelati nelle prossime ore, la Toyota Yaris, Motor1 con Land Rover Discovery CREW CAR firmata da Garage Italia, Automoto con Morgan Plus 4, Zero Motorcycles SR/F, Bmw Motorrad Definition CE 04, Kawasaki ZH2 SE, SEAT MÒ escooter 125, MV Agusta Superveloce S, MV Agusta Brutale RR SCS, Harley-Davidson Pan America 1250 Special, Dueruote con Yamaha Ténéré, Aprilia Tuono 660, Moto Guzzi V85TT, Suzuki Misano IED, Suzuki Swift Mir ed, Suzuki GSXS1000, Suzuki Moto GP Mir, Suzuki DF350 cut, Hyundai Tucson Plug-in Hybrid, Militem Ferox Adventure, Bentley Continental GT V8 Mulliner, McLaren 720S Coupé, BMW M3 Competition e BMW4 Competition, Cadillac XT4, l’anteprima Chevrolet Corvette C8 Stingray, Aston Martin DBX, Lamborghini Urus e Lamborghini Huracàn EVO Spyder.

Una Mazda in vetrina al Mimo

Una Mazda in vetrina al Mimo

Da piazza Duomo, passeggiando verso il Castello Sforzesco, partendo da via Mercanti:Volkswagen ID.4 GTX, Volkswagen ID.3, Autoappassionati con Nissan GT-R 50 byItaldesign, Hyundai Nexo, Hyundai Ioniq 5, Hyundai Kona Electric, Hyundai TucsonHybrid, Veloce con Dallara Stradale, InSella ASKOLL eS3 EVOlution by YNOT, Sunra Robo S e SUZUKI GSX 1300 R Hayabusa, AlVolante con Suzuki Vitara Hybrid, UIGA con sei vetture elettriche e plug-in, MG ZS EV, Automobilismo-Evo con BMW M2 CS, Driving Electric Italia con Audi e-tron S Sportback, Garage Italia Fiat Panda Integral-e, Garage Italia con 777 Citroën AMI, Honda e, Honda Jazz Crosstar Full Hybrid, Honda CR-V Full Hybrid, Honda Jazz Full Hybrid, Wrap Glove Chevrolet Vega 1970 Balayaga Edition, Tazzari Ev Electric Defender, Foglizzo con Volkswagen ID.3, Mole Urbana.

In largo Beltrami l’infopoint Mimo, le installazioni Pirelli, Porsche Taycan Turbo S, Honda Moto GP, Enel X, Eurostands, MAK ed Helbiz (Micro Mobility Partner) che farà testare i suoi monopattini elettrici ai visitatori del MIMO.

Una Chevrolet Corvette Stingray

Una Chevrolet Corvette Stingray

In piazza Castello Sforzesco si troverà il Focus Auto elettriche e ibride organizzato insieme a Enel X, il cui accesso da parte del pubblico sarà permesso attraverso una pre-registrazione effettuabile sul sito www.milanomonza.com. Gli appassionati avranno la possibilità di provare i modelli: Kia Sorento PHEV e Nero PHEV, Zero Motorcycles SR/S e FX, Mazda MX-30, Mazda CX-30, Mazda 3, Mazda 2, Tazzari Zero City, Tazzari Zero 4 Opensky, Mitsubishi Eclipse Cross PHEV, EVO3 Electric, MG EHS Plug-In Hybrid, Volkswagen ID.3, Volkswagen ID.4, Hyundai Kona Electric, Hyundai Tucson Plug-In Hybrid, Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid, Hyundai Tucson Hybrid, due modelli BMW iX3, MINI Full Electric, MINI Countryman Plug-In Hybrid, Jaguar F-Pace PHEV, Land Rover Evoque PHEV, Suzuki Ignis Hybrid, Suzuki Swace Hybrid, Suzuki Vitara Hybrid, Suzuki Across Plug-in, Honda e, Honda Jazz Crosstar Full Hybrid, Honda Jazz Full Hybrid, Honda CR-V Full Hybrid, Renault Captur e-Tech Plug-In Hybrid, Renault Clio e-Tech Hybrid, Renault Zoe E-Tech electric, Renault Twingo E-Tech Electric.

Sul ponte levatoio del Castello Sforzesco saranno esposti i modelli green del gruppo Stellantis: Citroën AMI, Citroën C5 Aircross, DS3 Crossback, Fiat 500e, Jeep Wrangler 4xe, Lancia Ypsilon, Opel Mokka-e, Peugeot e 2008.

Al Foro Bonaparte ci saranno gli ultimi modelli a due ruote di Honda a disposizione del pubblico per dei test ride con Honda Africa Twin Adventure Sports DCT, SH125i, CB500X, CB650R, FORZA750, CB500F, FORZA350, CB1000R Black Edition, Vision 110, SH350i, X-ADV. Harley-Davidson sarà presente anche in piazza XXIV Maggio offrendo al pubblico del Mimo l’opportunità di provare i modelli della gamma 2021, tra cui la nuovissima Pan America 1250, l’elettrica LiveWire e la gamma Softail e Touring.

La Hyundai Ioniq 5

La Hyundai Ioniq 5

A Monza

La parte dinamica del MIMO, quella che troverà casa a Monza, prenderà il via con i fuochi d’artificio: in pista, nel tempio della velocità, sarà infatti svelata un’altra preview, una supercar a uso pista dalle incredibili prestazioni con accelerazione laterale record superiore ai 2,7G e un carico aerodinamico di oltre 1.100 kg.

«Siamo orgogliosi di ospitare a Monza l’unveil di un’anteprima così prestigiosa, con un altissimo livello di tecnologia e soluzioni derivati dalla Formula 1. Ritengo che Monza e l’autodromo siano il palcoscenico ideale per presentazioni di questo livello e che saranno molto preziosi per gli sviluppi del Mimo nel futuro, quando non ci saranno più limitazioni». All’autodromo ci sarà anche un’altra chicca: la fondazione Gino Macaluso per l’Auto Storica partecipa a Mimo con le auto Lancia Martini da pista della sua collezione, tra le più importanti al mondo per la storia delle corse.

Alberto Ascari

Alberto Ascari

In ricordo di Alberto Ascari

Mimo 2021 ricorderà anche una grande figura dell’automobilismo italiano. «Il 26 maggio 1955 è morto sulla pista di Monza Alberto ascari - ha spiegato Geronimo La Russa -. Proprio per questo motivo venerdì 11, insieme al sindaco di Milano Beppe Sala, inaugureremo un monumento qui a Milano, in largo Antonio e Alberto Ascari, dedicato ad Alberto. È una zona periferica di Milano, di fronte alla stazione Romolo, che non ha ben caratterizzato il perché della scelta di dedicare quello spazio ai due piloti. Da venerdì ci sarà il monumento ad alberto Ascari che riproduce la curva parabolica della pista di Monza. Un omaggio alla velocità».

Un momento della presentazione

Un momento della presentazione

La Regione

«Milano e Monza rappresentano vetrine importanti per i motori e questa edizione del Mimo Motor Show rappresenta una grande occasione di rilancio e di ripartenza per tutte le case automobilistiche - ha commentato l’assessore regionale Fabrizio Sala -. Le strade di Milano e l’autodromo di Monza saranno teatri di prestigio dove gli spettatori avranno anche la possibilità di provare fantastici autoveicoli. È un orgoglio per noi sostenere questa manifestazione di carattere internazionale in un territorio come quello lombardo caratterizzato da migliaia di imprese legate al settore automotive. Regione Lombardia è molto attenta ai temi della sostenibilità e in questi anni abbiamo promosso e studiato, assieme alle più importanti case automobilistiche, i piani per i combustibili e i motori del futuro». «Il settore della mobilità - ha spiegato ancora Sala - sarà il secondo centro di ricerca sostenuto dalla Regione dopo la farmaceutica. Questi temi, insieme alla sanità, cambieranno la Lombardia del futuro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA