Meteo a Monza e in Brianza: nuova ondata di maltempo, Villasanta tiene chiusi i giardini pubblici
meteo temporali in arrivo

Meteo a Monza e in Brianza: nuova ondata di maltempo, Villasanta tiene chiusi i giardini pubblici

La protezione civile regionale ha diramato un nuovo avviso di criticità in “codice Arancio” anche per i cieli di Monza e Brianza a partire dalla notte tra il 6 e il 7 novembre. E a Villasanta slitta la riapertura di diversi giardinetti pubblici.

La protezione civile regionale ha diramato un nuovo avviso di criticità in “codice Arancio” anche per i cieli di Monza e Brianza a partire dalla notte tra il 6 e il 7 novembre per l’arrivo di una perturbazione che porterà “piogge diffuse da moderate a forti, anche a locale carattere temporalesco, su Alpi, Prealpi e pianure adiacenti”. Occhi puntati anche su Seveso e Lambro, monitorati con attenzione.

Il tempo e la manutenzione delle piante fanno slittare la riapertura di diversi giardinetti pubblici di Villasanta. Le previsioni meteo avverse e la necessità di piccoli interventi sui rami rotti dal maltempo costringono l’amministrazione comunale a tenere chiuse ancora qualche giorno alcune delle aree verdi recintate del territorio.
«Il 6 novembre 2018, sono riaperte al pubblico l’area cani del parco Rodari, in centro, e l’area cani di via Segantini. Restano invece chiuse fino a nuovo ordine: l’area cani di via 24 Maggio l’area cani di via Mameli i giardini di villa Camperio il parco pubblico di via Segantini, l’area Feste di via Sauro – si legge nel breve comunicato diffuso dal Comune - L’amministrazione comunale raccomanda ai cittadini il rispetto dei divieti, a tutela della loro sicurezza. Non appena la stabilità del terreno ora troppo bagnato e le condizioni meteo lo consentiranno, mezzi e operatori interverranno per tagliare i rami spezzati. Immediatamente dopo, si potranno riaprire i parchi. I tentativi fatti nella giornata di oggi sono stati vani per via del terreno troppo molle per sostenere il peso dei mezzi».
(* ha collaborato Michele Boni)


© RIPRODUZIONE RISERVATA