Macroregione alpina subito operativa: «Su ambiente, collegamenti, economia»
I protagonisti dell’Eusalp (Foto by Redazione online)

Macroregione alpina subito operativa: «Su ambiente, collegamenti, economia»

Subito al lavoro per l’Eusalp. Lo dice il presidente della Lombardia Roberto Maroni a proposito della nuova Macroregione delle Alpi, al via ufficialmente alla fine di gennaio.«Sarà subito operativa, si occuperà di tutela dell’ambiente, collegamenti e sostegno alle attività economiche».

Subito al lavoro per l’Eusalp. Lo dice il presidente della Lombardia Roberto Maroni a proposito della nuova Macroregione delle Alpi, al via ufficialmente alla fine di gennaio.

«La Macroregione delle Alpi non è una cosa politica, ma una novità istituzionale – spiega Maroni – che rappresenta una grande opportunità per tutti noi. Il 25 e 26 gennaio a Brdo, in Slovenia, si conclude la ’fase 1’ di questa importante novità, la nascita di una nuova Regione europea, che mette insieme 48 Regioni di 7 Paesi diversi».

LEGGI A fine gennaio nasce la Macroregione alpina: tutto quello che c’è da sapere sull’Eusalp

Maroni ha illustrato le peculiarità dell’Eusalp, intervenendo in diretta alla trasmissione “Orario Continuato” su TeleLombardia.

La Macroregione alpina: Eusalp

La Macroregione alpina: Eusalp
(Foto by Redazione online)


«Con la Macroregione - ha osservato il governatore - le Regioni potranno sviluppare progetti comuni a quest’area, rivolgendosi direttamente alla Commissione europea, senza bisogno di passare attraverso Roma. È l’occasione per abbattere i confini e lavorare insieme».

I settori sui quali si inizierà a cooperare, ha ricordato Maroni, sono tre: «La tutela dell’ambiente, i collegamenti (strade, ma anche quelli immateriali, come la fibra ottica) e il sostegno alle attività economiche. Io penso che se un ragazzo ha voglia di impegnarsi e mettere in piedi un’attività nel suo territorio, deve poterlo fare anche se vive in una valle. E noi dobbiamo aiutarlo in questo».

La Macroregione, ha sottolineato il presidente lombardo, «sarà subito operativa. Noi, come Lombardia, abbiamo la Presidenza del principale gruppo di lavoro, quello sull’Innovazione e la Ricerca. Ci metteremo subito al lavoro, perché vogliamo che questa realtà non sia solo una novità teorica, ma qualcosa di molto concreto».

La Macroregione alpina (Eusalp) vedrà la luce ufficialmente il 25 e 26 gennaio a Brdo, vicino Lubiana. Coinvolge una popolazione complessiva di 70 milioni persone, appartenenti a 48 Regioni, tra cui le italiane Lombardia, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto e Friuli Venezia Giulia e le Provincie autonome di Trento e Bolzano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA