Macherio, bombe lungo la ferrovia

Due ore per bonificare la zona

Macherio, bombe lungo la ferrovia  Due ore per bonificare la zona

Sono durate dalle 9 alle 11 di mercoledì mattina le operazioni degli artificieri del decimo reggimento Genio Guastatori di Cremona per disinnescare, recuperare e far brillare le undici bombe a mano rinvenute vicino alla linea ferroviaria Seregno – Carnate.

Sono durate dalle 9 alle 11 di mercoledì mattina in via Pasubio, intersezione con via Trento e Trieste a Macherio, le operazioni degli artificieri del decimo reggimento Genio Guastatori di Cremona per disinnescare, recuperare e far brillare le undici bombe a mano, oltre a due spolette da mortaio rinvenute nei giorni scorsi all’ interno di un sifone di scolo adiacente alla linea ferroviaria Seregno – Carnate, nel tratto tra le stazioni di Lesmo e Macherio – Sovico. Molte le Forze dell’ ordine impegnate. Sul posto oltre all’ Esercito, erano presenti i vigili del fuoco di Seregno, la Polizia ferroviaria, la Polizia locale di Macherio Sovico, Protezione civile di Macherio – Sovico, i carabinieri di Biassono, la Croce Rossa Italiana di Monza e un’ automedica del 118, i responsabili di Rfi e della ditta di manutenzione Piero Boni di Belluno. Sono stati proprio gli operai della ditta bellunese a rinvenire nei giorni scorsi le bombe a mano risalenti alla seconda guerra mondiale e tutte in pessimo stato di conservazione, durante alcuni lavori di manutenzione ordinaria al sifone. Le operazioni sono iniziate questa mattina alle 9 con lo svuotamento del sifone e il successivo recupero delle bombe, posizionate dagli artificieri all’ interno di un catino e trasportate fino al centro dell’ area verde. Qui gli artificieri hanno coperto con un cumulo di terra gli undici ordigni e le due spolette, concludendo l’ operazione con la distruzione delle stesse e un forte boato senza alcun danno a cose o persone. Già in passato erano stati rinvenuti ordigni all’ interno di pozzi della linea ferroviaria, riconducibili alla seconda guerra mondiale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA