M2 a Vimercate, Capitanio al premier Conte: «Dacci 2 milioni di euro per il prolungamento»
La metropolitana verde di Milano

M2 a Vimercate, Capitanio al premier Conte: «Dacci 2 milioni di euro per il prolungamento»

Il deputato della Lega Massimiliano Capitanio ha presentato un emendamento al Decreto rilancio del governo Conte per il prolungamento della linea Cologno-Vimercate. «Ho chiesto 2 milioni di euro: si tratta di una briciola che chiedo di staccare dall’assegno da 800 milioni destinati alla linea 2 della metropolitana di Torino, città a guida 5 Stelle»

Due milioni di euro per prolungare la M2. Li ha chiesti il deputato Lega Massimiliano Capitanio. «Adesso vediamo chi vuole davvero il prolungamento della M2 da Cologno a Vimercate. Dopo aver impegnato il Governo con un ordine del giorno ad hoc, adesso ho presentato un emendamento al Decreto Rilancio per stanziare 2 milioni di euro per la progettazione dell’opera. Si tratta di una briciola che chiedo di staccare dall’assegno da 800 milioni destinati alla linea 2 della metropolitana di Torino, città a guida 5 Stelle. Vedremo se grillini e PD mi aiuteranno in questa missione, dimostrando di avere a cuore anche Vimercate e la Brianza Est oltre alla città della Mole. La Lega al Governo portò quasi un miliardo per la M5 di Monza, adesso tocca a loro».

Massimiliano Capitanio ha presentato l’emendamento ringraziando «i deputati brianzoli e milanesi della Lega Boniardi, Cecchetti, Centemero, Colla, Crippa, Grimoldi, Iezzi, Toccalini» per averlo sottoscritto. «Al fine di rilanciare gli interventi infrastrutturali nella fase successiva all’emergenza sanitaria e favorire la viabilità e la mobilità sostenibile nell’area della Città metropolitana di Milano e della provincia di Monza e Brianza, la proposta emendativa - si legge nel documento presentato - intende destinare 2 milioni di euro per l’anno 2020 alla realizzazione del tratto compreso tra Cologno Nord e Vimercate della linea M2 della metropolitana di Milano, ivi compresi le attività di progettazione e valutazione ex ante e altri oneri tecnici».


© RIPRODUZIONE RISERVATA