Lunghe code, ressa e disorganizzazione:  l’hub vaccini al Polaris di Carate continua a non ingranare
La lunga coda oftograftaa martedì 20 aprile alle 19.30 di sera

Lunghe code, ressa e disorganizzazione: l’hub vaccini al Polaris di Carate continua a non ingranare

Non accenna a ingranare l’hub vaccinale aperto alla discoteca Polaris di Carate: in tutti i primi giorni di attività diversi lettori hanno segnalato al nostro giornale code lunghissime di ore, ressa e una certa dose di disorganizzazione.

Hub vaccinale al Polaris Studios di Carate Brianza: lunghe code e attese di ore per la somministrazione. Sono diverse le segnalazioni arrivate in redazione, che lamentano ritardi di ore sull’appuntamento prenotato e inevitabili assembramenti. Se dei rallentamenti riscontrati nella prima giornata di apertura (venerdì 17 aprile) avevamo già dato conto, diverse criticità si sono riscontrate anche nei giorni a seguire: soprattutto lunghe code con anziani costretti a stare in piedi per ore, calca, disorganizzazione. «Nella giornata di sabato era lo stesso - fa sapere una signora che ha contattato direttamente il nostro giornale -. Anche martedì 20 aprile, c’è chi aveva appuntamento alle 11.30 ed è uscito alle 14.30. Siamo anziani, non è possibile che ci trattino così, non lo accetto». Sempre nella giornata di martedì 20 aprile, «c’era una lunga fila - così un’altra segnalazione -. Spero si ponga al più presto rimedio».

Coda e calca al Polaris

Coda e calca al Polaris


C’è anche chi ha avuto un’esperienza diversa, per esempio un signore segnala che nella giornata di sabato, nella fascia oraria tra le 12 e le 13, ha avuto «tempi d’attesa brevissimi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA