Lombardia in zona rossa, i parcheggi di Seregno continuano a essere liberi
I parcheggi un superficie di corso Matteotti

Lombardia in zona rossa, i parcheggi di Seregno continuano a essere liberi

Il Comune di Seregno ha deciso di prorogare la decisione di eliminare il disco orario nei parcheggi del centro storico almeno fino a quando la Lombardia resterà in zona rossa.

I parcheggi affidati in gestione nel perimetro del centro storico all’Sct Group, società ligure con sede operativa in Lombardia a Pavia, e quelli il cui utilizzo è solitamente regolato a disco orario sul territorio di Seregno potranno continuare ad essere occupati liberamente, come avviene ormai da qualche settimana, fino al prossimo 30 aprile, o comunque fino ad un nuovo provvedimento, che sarà adottato nel momento in cui la Lombardia dovesse uscire in anticipo dalla classificazione in zona rossa, in cui si trova oggi a causa dell’emergenza sanitaria. Questo sulla scorta dell’ordinanza firmata martedì 6 aprile dal comandante della polizia locale Maurizio Zorzetto, che ha prorogato la scadenza dello status quo precedente.

La novità è motivata dal fatto che le limitazioni imposte agli spostamenti dei singoli cittadini comportano l’inevitabile conseguenza di una maggiore necessità di usufruire durante le ore diurne dei posteggi. L’Sct Group ha in affidamento le aree in struttura di piazza Gandini, via Ballerini, via Odescalchi, via Giovanni XXIII, viale Mazzini, via De Gasperi e piazza Risorgimento e quelle in superficie all’interno ed immediatamente attorno alla zona a traffico limitato, tra cui i parcheggi di via Umberto I, via Ballerini, via Sabatelli, via Firenze, via San Vitale, via Carlini, via Formenti, via Vignoli, largo degli alpini, viale dei giardini, via De Gasperi, via Pozzoli, via Vespucci, via Marconi, via Odescalchi e via Sciesa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA