Lissone, un “Palco senza barriere”   con il Soundbeam dell’Associazione Stefania
Il gruppo che sta partecipando al progetto

Lissone, un “Palco senza barriere” con il Soundbeam dell’Associazione Stefania

Gioia. Felicità. Divertimento. Questa le sensazioni provate da chi ha partecipato alla serata di presentazione del progetto “Palco senza barriere” presso l’associazione e Fondazione Stefania di Lissone. I ragazzi del centro diurno che frequentano il laboratorio di Soundbeam si sono esibiti con il gruppo “La Malaleche” per presentare il progetto che stanno promuovendo.

Gioia. Felicità. Divertimento. Questa le sensazioni provate da chi ha partecipato alla serata di presentazione del progetto “Palco senza barriere” presso l’associazione e Fondazione Stefania di Lissone. I ragazzi del centro diurno che frequentano il laboratorio di Soundbeam si sono esibiti con il gruppo “La Malaleche” per presentare il progetto che stanno promuovendo. Proprio il gruppo, sulla pagina facebook ha scritto: «La serata di presentazione di Palco senza barriere è stata “bellissima”, una gioia indescrivibile. Grazie a tutti gli amici di Associazione e Fondazione Stefania e al numeroso pubblico che ha risposto col cuore alla presentazione di #palcosenzabarriere. Avete ballato, applaudito, gridato e scaldato i nostri animi. Ma soprattutto avete suonato con noi. Ed è solo l’inizio. Questa esperienza ci piace sempre più. Aiutateci a sostenere questa realtà, non avete idea di cosa può venir fuori».

Non solo i ragazzi musicisti si sono cimentati con il soundbeam, anche i presenti hanno avuto modo di sperimentare quest’innovativo strumento.


«C’è stata tanta partecipazione- conferma Alberto Fontana, referente del progetto per Fondazione associazione Stefania- le persone hanno avuto l’occasione di sperimentare e capire come funziona il soundbeam». La serata è stata anche l’occasione per contribuire, con una donazione, al progetto del centro diurno con la Malaleche. Il progetto è nato dall’incontro tra il laboratorio musicale Soundbeam realizzato da alcuni anni all’interno di Fondazione Stefania e la band patchanka La Malaleche, mira alla realizzazione di veri spettacoli musicali aperti al pubblico. L’aspetto innovativo di “Palco senza barriere” non è solo portare persone con disabilità a vivere in prima persona l’esperienza artistica/musicale, ma quello di promuovere un percorso creativo, coinvolgente e altamente condiviso da tutti, pubblico compreso.

Il nuovo sistema Sounbeam in azione

Il nuovo sistema Sounbeam in azione


Sfruttando le straordinarie caratteristiche di versatilità del Soundbeam (letteralmente: raggio di suono), un sistema di sensori ad ultrasuoni che permette di riprodurre note musicali o suoni campionati, sarà possibile un’accessibilità immediata alla performance indipendentemente dalle competenze musicali e dalle abilità dei singoli. Grazie a innovative jam sessions, chiunque potrà salire sul “Palco senza barriere” e relazionarsi in un unico momento con arte e disabilità. Tutte le informazioni sul progetto o le donazioni sono sul sito www.retedeldono.it/progetti/associazione-stefania/palco-senza-barriere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA