Lissone conferma la tassa di soggiorno:  ecco quanto si paga nel 2021 per una notte in città
Le luminarie di Natale a Lissone

Lissone conferma la tassa di soggiorno: ecco quanto si paga nel 2021 per una notte in città

Lissone ha confermato, anche per il 2021, l’imposta di soggiorno per quanti risiedono per una notte in città: ecco le tariffe in vigore, le stesse degli anni passati.

Sono state approvate, senza alcuna variazione rispetto all’anno scorso, le tariffe dell’Imposta di soggiorno da applicare nel Comune di Lissone nel 2021. Il Covid-19 fa calare il gettito (se nel 2018 era stato pari a 71mila euro, nel 2019 è cresciuto fino a raggiungere i 100mila euro, per poi calare a 19mila euro nel 2020). «Il nostro auspicio è innanzitutto in una ripresa, già nel 2021, dell’intero comparto ricettivo del nostro territorio, una speranza che va ben oltre l’annesso incremento del gettito d’imposta - afferma Domenico Colnaghi, assessore con delega alle Risorse finanziarie - come avviene ormai da più anni, le entrate che il Comune ha dall’Imposta di soggiorno vengono re-investite nella promozione del territorio e nella pubblicizzazione delle opportunità che Lissone offre, anche in termini di ricettività turistica. Le entrate derivanti dall’imposta di soggiorno nel Comune di Lissone sono infatti state destinate negli ultimi anni a finanziare iniziative di comunicazione e promozione della città per favorirne l’attrattività; fra queste, rientrano la presenza di uno spazio dedicato alla città di Lissone al Fuorisalone di Milano, la creazione di eventi dedicati al design».

L’imposta di soggiorno è a carico delle persone non residenti che temporaneamente alloggiano in strutture ricettive poste sul territorio comunale. Rientrano nella classificazione delle strutture ricettive, a cui è applicata la tassa di soggiorno, alberghi, affittacamere, bed & breakfast ed ogni ulteriore attività con servizio di pernottamento.

La delibera di giunta ha confermato i seguenti valori per l’anno d’imposta 2021: la tariffa (a persona, per singola notte) rimane pari a 2 euro per hotel a 4 stelle, 1,50 euro per hotel a 3 stelle, 1 euro per hotel 2 stelle, 0,50 per hotel a 1 stella; medesime tariffe per pernottamenti presso residenze turistico-alberghiere (da 4 a 2 stelle); per le strutture ricettive non alberghiere invariata la tariffa di 1,50 euro a notte per bed & breakfast, affittacamere, appartamenti per vacanze e di 0,50 per le restanti della categoria (ostelli, case per ferie).


© RIPRODUZIONE RISERVATA