«Lì ricettano le bici rubate», blitz all’ex casa delle aste di Monza
L’intervento della polizia locale all’ex casa delle aste di Monza

«Lì ricettano le bici rubate», blitz all’ex casa delle aste di Monza

Incursione della polizia locale di Monza l’ex casa delle aste di vialone Battisti, segnalata come base della ricettazione delle biciclette rubate a Monza. Nessuna prova, identificati i senza tetto trovati.

Blitz della polizia locale di Monza all’ex Casa delle aste di vialone Cesare Battisti, nella mattinata di venerdì 20 ottobre: lo spazio, noto per essere utilizzato come rifugio da senza tetto, è diventato bersaglio del comando perché segnalato come base per la ricettazione delle biciclette rubate in città.

Un fenomeno, quello dei furti di bici, diventato un caso: negli ultimi mesi le segnalazioni e le denunce si moltiplicano tanto da avere sollecitato alcuni cittadini ad aprire raccolte firme per sottolineare il problema. In vialone Battisti non sono state trovate prove che l’ex Casa delle aste sia il centro della ricettazione, ma gli agenti hanno trovato alcuni nord africani senza documenti (sei, portati al comando e poi in questura a Milano dopo l’identificazione) e altri quattro con documenti regolari denunciati per invasione di edificio privato.

«Quello di stamattina è il terzo intervento di questa settimana per il contrasto all’illegalità e all’abusivismo in città, che segue quelli svolti all’ospedale e ai giardinetti di via Gramsci, – ha ricordato l’assessore comunale alla Sicurezza, Federico Arena – Il tema della sicurezza resta prioritario per questa amministrazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA