L’ex Maestoso di Monza cambia pelle: ecco come sarà, cantieri da gennaio

L’ex Maestoso di Monza cambia pelle: ecco come sarà, cantieri da gennaio

Un pezzo di storia di Monza se ne va: è il cinema Maestoso, con cantieri che partono a gennaio. Ecco che cosa ne sarà della sala.

Addio dopo trent’anni all’ex cinema Maestoso. Al suo posto una nuova struttura di tre piani con una copertura a vetrate e un giardino pensile. I lavori per la realizzazione del progetto sono partiti in questi giorni con la chiusura al pubblico del parcheggio, i primi carotaggi e l’allestimento del cantiere che prevede l’abbattimento della costruzione esistente e uno scavo sotto l’attuale parcheggio per realizzare due piani interrati.

«Stiamo predisponendo tutto per partire a gennaio - dicono i responsabili dell’impresa che esegue i lavori per conto della proprietà dell’area- per inaugurare la struttura nella primavera del 2019». Un anno e mezzo di lavori che cambieranno il volto dell’area tra via Lissoni e Sant’Andrea, oggi solo un monumento al degrado, e porteranno nuovi servizi commerciali e un centro civico per il quartiere Cazzaniga-Parco. Da anni i residenti attendono che venga messa mano all’edificio abbandonato.

Il piano terra della nuvoa struttura ospiterà un supermercato con una superficie di 1800 metri quadri e una galleria di altri spazi commerciali per una metratura analoga, oltre ad un blocco di servizi igienici destinati agli ambulanti del mercato del lunedì che, secondo il progetto, dovrebbero ritornare ad occupare la piazza esterna all’ex cinema.

Il futuro del cinema Maestoso

Il futuro del cinema Maestoso

Il centro civico di quartiere occuperà invece una porzione di circa 550 metri quadri al primo piano, con ascensore ed accesso riservato. Il primo e il secondo piano, per un totale di 05.700 metri quadri, sono destinati ad accogliere spazi per il terziario e sono caratterizzati da una copertura a “serra ecologica” in vetro dotata anche di pannelli solari.

Il verde avrà un ruolo anche “architettonico”: filari di alberi mitigheranno l’impatto lungo via Sant’Andrea e via Lissoni, un giardino pensile sarà creato anche all’interno della struttura e visibile dall’esterno attraverso le vetrate. Aumentano anche i posti auto ad uso pubblico che passano dai 140 attuali a 352 distribuiti tra i 92 a livello strada e gli altri nei due piani del parcheggio interrato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA