Lesmo, Correzzana e Camparada e la minaccia di Pedemontana: «La Regione parli con i territori»
Lesmo: incontro del Pd su Pedemontana

Lesmo, Correzzana e Camparada e la minaccia di Pedemontana: «La Regione parli con i territori»

Incontro del Partito democratico per i cittadini di Lesmo, Correzzana e Camparada che rischiano di dover fare i conti con l’impatto e le ricadute dei Pedemontana.

Il circolo Pd di Lesmo, Camparada e Correzzana parla di Pedemontana e delle sue criticità. Venerdì 3 dicembre alle vecchie scuole elementari di piazza Dante in una sala gremita il consigliere regionale Gigi Ponti ha fatto una lunga disanima dell’opera infrastrutturale sottolineando alcuni problemi: la creazione di una terza corsia della superstrada che impatterà ancora di più sul territorio circostante con grandi svincoli a Lissone e Usmate, il sacrificio dei boschi di Bernate, la mancata connessione della tratta D con l’autostrada A4 e il pedaggio per gli automobilisti talmente caro che si rischia di avere la strada vuota come accade per la Teem e la Brebemi.

LEGGI «Cancellate la tratta D»

A rincarare la dose ci ha pensato il segretario del circolo Pd Enrico Benigni. «Questa infrastruttura è un argomento che deve essere approfondito dalla Regione Lombardia con le amministrazioni del territorio – ha chiosato Benigni -. Inoltre bisogna anche considerare l’impatto che il cantiere di Pedemontana avrà sulla circolazione dei veicoli nei diversi paesi». Durante l’incontro sono intervenuti anche i sindaci Roberto Antonioli di Lesmo, Mariangela Beretta di Camparada, Marco Beretta di Correzzana e Lisa Mandelli di Usmate-Velate. Tra il pubblico hanno trovato posto tanti rappresentanti delle associazioni ambientaliste.


© RIPRODUZIONE RISERVATA