Le notizie del 2019: cosa avete letto di più su ilCittadinoMb.it (e nel decennio che si chiude)
Pizzeria Donn’ Angelin a Lissone (Foto by Gianni Radaelli)

Le notizie del 2019: cosa avete letto di più su ilCittadinoMb.it (e nel decennio che si chiude)

Le dieci notizie più lette del 2019 sul CittadinoMb (nell’anno delle prime dieci candeline spente dal sito) e alcuni numeri su quelle più lette del decennio e sui social.

Immaginate di arrivare alla pizzeria preferita e di trovare chiuso. Senza preavviso, dall’oggi al domani. C’è il fallimento della Angelina Group, la società titolare delle note insegne Donn’ Angelin, in cima alla Top 10 delle notizie più lette del 2019 su ilCittadinoMb.it (l’anno in cui il quotidiano online ha spento le sue prime dieci candeline).

LEGGI Dieci anni con voi: il compleanno di ilCittadinoMb.it

10 anni anniversario ilcittadinomb

10 anni anniversario ilcittadinomb

1. Fallimento Angelina Group: 140 a casa, in Brianza pizzerie chiuse a Lissone e Muggiò
La notizia è di fine novembre ed è stata travolgente, due giorni in cui è stata letta da 115.643 lettori, commentata e condivisa. Raggiungendo una viralità importante con oltre seimila reazioni solo sul sito e oltre 1.500 condivisioni su facebook. Inevitabilmente, forse: due punti vendita in Brianza a Lissone e Muggiò e una presenza costante – nel bene e nel male – nei classici post delle varie “Sei di...se” sui consigli su dove mangiare una pizza napoletana. La notizia della chiusura, con 140 lavoratori a casa, ha viaggiato alimentata dalla curiosità degli stessi lettori.

2 (e 8). «Un matrimonio da incubo a Briosco»: gli sposi si rivolgono a un avvocato
La stessa viralità che ha accompagnato il caso che è in classifica con due tagli della stessa storia. È il matrimonio da incubo di Briosco: due sposi molto insoddisfatti della wedding planner e del servizio ricevuto in Brianza finiti anche su Canale 5 da Barbara D’Urso. La sposa col vestito color Tiffany aveva raccontato la delusione, la rabbia per i sette invitati (tra cui la mamma) al pronto soccorso durante il pranzo (le analisi avevano escluso responsabilità del ristorante) e la decisione di rivolgersi a un avvocato.

3. Lutto in casa Inter, è morto a 51 anni il lissonese Alberto Rivolta, vinse lo Scudetto dei record
Terza notizia più letta dell’anno è la morte di Alberto Rivolta, il lissonese ex giocatore dell’Inter dei record di Giovanni Trapattoni. È scomparso il 3 novembre per un ependimoma midollare, un tumore rarissimo del sistema nervoso centrale. Cordoglio dalla società nerazzurra, presente poi ai funerali celebrati in città.

4. X Factor è a Monza, Cattelan: «Nella sfiga ci è andata bene, qui forse è meglio di prima»
Al quarto posto X Factor e la conferenza stampa ufficiale di presentazione dell’avventura monzese del talent show che per gli otto live da ottobre a dicembre è stato ospitato all’X Factor Dome, la Candy Arena di viale Stucchi. “Nella sfiga ci è andata bene”, aveva detto Alessandro Cattelan facendo volare l’articolo.

5. Seregno, la scelta di Elisabetta: da parte laurea e affari, diventa suora di clausura
Dalla tv alla chiesa: quinta è la storia di Elisabetta Lanfranconi, seregnese con due lauree che ha scelto di diventare una suora di clausura.

6. Monza: addio alla Signora Colmar Giuseppina Galliani Colombo
Poi la scomparsa di Giuseppina “Pinny” Galliani Colombo, la signora Colmar molto amata dai monzesi. Era nata nel 1923 come il marito Angelo, scomparso nel 2010, con cui aveva contribuito nei “ruggenti anni 60” a far crescere il marchio conosciuto in tutto il mondo.

7. L’addio a Pietro, morto a 33 anni a Sulbiate: il suo bambino l’ha vegliato
E la tragedia di Pietro Lomaestro, 33 anni, morto in casa e vegliato dal figlio di 5 anni. Era noto anche per essere amministratore della pagina facebook “Sei di Sulbiate se”.

8. Matrimonio da incubo di Briosco, la coppia su Canale 5: «Lui intestatario di 190 auto, quattro guidate da pirati della strada»
All’ottavo posto l’altra vicenda del matrimonio da incubo: un’altra ospitata in tv (con la sposa sempre in abito Tiffany) aveva svelato come lo sposo fosse l’intestatario di 190 auto. Barbara D’Urso aveva mostrato proprio un articolo del CittadinoMb relativo a un’indagine del 2016 della polizia locale di Monza. Lui si era definito “vittima di una presunta truffa”.

9. Esselunga apre per la prima volta le porte della produzione: «Noi, food company di eccellenza»
In classifica al nono posto il racconto dell’apertura delle porte della produzione Esselunga per la prima volta ai giornalisti. Un piccolo viaggio dietro le quinte del supermercato fondato da Bernardo Caprotti con il direttore Sami Kahale.

10. Carate Brianza, incidente mortale in via Milano: morto un giovane di 23 anni travolto da un’auto
A chiudere la top 10, il drammatico incidente in cui il 30 novembre a Carate Brianza aveva perso la vita Denis Roatis, 23 anni, investito mentre attraversava la via Milano. La prima notizia a cui è seguita l’ondata di affetto degli amici e della comunità che si è stretta alla famiglia.

Top 2009-2019. Crolla cavalcavia sulla Milano-Lecco ad Annone, è tragedia: tir precipita e schiaccia le auto, c’è un morto, tre bambini feriti, Valassina chiusa - FOTO
La notizia più letta della storia del CittadinoMb resta la tragedia del crollo del ponte di Annone sulla Statale 36. La data è il 28 ottobre 2016, le persone che l’hanno letta sono state 302mila. L’articolo era tornato nelle statistiche nell’agosto 2018 dopo un’altra tragedia, quella del ponte Morandi di Genova.

Alcune delle notizie più lette di quest’anno sono anche nella top ten del decennio, a dimostrazione che le performance del sito sono sistematicamente cresciute confermando il ruolo di testata online locale più letta in assoluto. Così Donn’ Angelin si conquista un altro podio, tra la mappa della viabilità per l’arrivo di Papa Francesco (2017) e la prima operazione mini-invasiva per il tumore al polmone (2018).

Cronache e i tradizionali liveblog del Cittadino, ai piedi della top ten per un soffio di clic, trovano conferme su facebook dove i follower della pagina ufficiale sono diventati più di 40mila. Tra i maggiori engagement le oltre 1.500 reazioni alla notizia recente del furto di panettoni all’associazione Pizzaut e le 1.300 per il primo natale a Monza senza panettone Bettini, chiusa un anno fa. Tra le notizie con più alta copertura ancora la chiusura di Donn’Angelin (+55 mila) l’investimento mortale di Denis Roatis a Carate (+ 23mila) e il droga party di Muggiò interrotto dai carabinieri (+ 15mila). Immancabile il boom delle frecce tricolori sopra l’autodromo: il video è stato visto più di 12mila volte.
Instagram (@ilcittadinomb) premia il Natale e l’atletica: foto e video dell’accensione del Christmas Monza 2019 e della videoinstallazione sull’arengario hanno raccolto quasi 300 cuori a testa; il post sul quinto posto del caratese di Costa Lambro Filippo Tortu sui 100 metri ai Mondiali si è fermato un po’ prima, ma è primo per impression.

LEGGI Le notizie del 2018: cosa avete letto di più su ilCittadinoMb.it
LEGGI Le notizie del 2017: cosa avete letto di più su ilCittadinoMb.it
LEGGI Dalla Valassina a Ligabue (senza dimenticare la torta paesana): le notizie più lette del 2016
LEGGI La top 10 del Cittadinomb.it: dallo smog agli incidenti, le notizie più lette del 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA