Lavori fermi alla tangenzialina dell’ospedale di Monza: rescisso il contratto con l’azienda
I lavori per la realizzazione della tangenzialina

Lavori fermi alla tangenzialina dell’ospedale di Monza: rescisso il contratto con l’azienda

Con una nota, la Provincia di Monza ha annunciato di aver rescisso il contratto con la ditta Leopoldo Castelli di Como che aveva l’appalto per la realizzazione della Tangenzialina di Monza, all’altezza del San Gerardo, mezzo chilometro di collegamento tra la nuova Sp6 Monza-Carate e la Statale 36 Valassina atteso da 15 anni.

Con una nota, la Provincia di Monza ha annunciato di aver rescisso il contratto con la ditta Leopoldo Castelli di Como che aveva l’appalto per la realizzazione della Tangenzialina di Monza, all’altezza del San Gerardo, mezzo chilometro di collegamento tra la nuova Sp6 Monza-Carate e la Statale 36 Valassina atteso da 15 anni.

LEGGI: “Stop ai lavori, paralisi della Sp6”

«In data 11 gennaio 2018 la Provincia MB ha risolto il contratto per inadempimento dell’appaltatore - si legge in un comunicato - Anche gli ultimi approfondimenti giuridici – legali, effettuati nei primi giorni di gennaio, hanno evidenziato una situazione tale da dover procedere alla risoluzione contrattuale. Nel frattempo, proseguono le attività tecniche finalizzate ad individuare gli interventi urgenti da eseguire privilegiando la messa in sicurezza rispetto a potenziali pericoli per l’utenza con la conclusione, laddove possibile, della parti superiori alla galleria in modo da ridurre i disagi e restituire le aree alle proprietà interessate e con gli interventi per la salvaguardia di parti dell’opera realizzata per impedirne/evitarne il deterioramento.Il Direttore responsabile/RUP ha convocato il Collaudatore e la Direzione Lavori per avere un ulteriore quadro della situazione del cantiere e per individuare gli interventi prioritari».


© RIPRODUZIONE RISERVATA