L’abbraccio di Meda alla catechista Caterina Menegaldo
Meda catechista Caterina Menegaldo (Foto by Marco Mologni)

L’abbraccio di Meda alla catechista Caterina Menegaldo

È stato grande l’abbraccio con cui Meda ha dato l’ultimo saluto a Caterina Menegaldo, conosciutissima nella comunità per il suo impegno di catechista. Aveva 56 anni.

Prima si è riempita la chiesa di San Giacomo, poi il teatro e infine il piazzale. È stato grande l’abbraccio con cui Meda ha dato l’ultimo saluto a Caterina Menegaldo. Morta ad appena 56 anni, era conosciutissima nella comunità per il suo impegno di catechista.

«Con il suo talento artistico e la sua professione di grafica pubblicitaria – ricorda la sorella Renata – riusciva a tradurre in disegni, immagini e gesti gli insegnamenti del Vangelo. Per lei era facile trasformare in un gioco comprensibile anche ai bambini perfino le verità di fede più complesse».

Meda catechista: il teatro

Meda catechista: il teatro
(Foto by Marco Mologni)

Con un coraggio non comune era quasi riuscita a sconfiggere un tumore ma all’improvviso, in modo inaspettato, la sua vita è stata spezzata da un’embolia polmonare. Commosse le parole di don Fabio Ercoli, il responsabile della pastorale giovanile che ha celebrato le esequie: «È stata strappata alla vita troppo presto: la morte è arrivata all’improvviso, come un ladro di notte. Ma in questo momento di buio c’è anche una grande luce».
In tanti hanno voluto offrire un conforto al marito Roberto Ballabio, alla mamma Piera, alla sorella Renata e ai figli Samuele di 13 anni e Gioele di 18. È stato quest’ultimo a dedicare alla mamma un pensiero finale e quasi a raccoglierne il testimone ideale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA