La Villa reale di Monza conquista i Cerea: la famiglia stellata Michelin prende il ristorante
Francesco Cerea alla Villa reale (Foto by Rosella Redaelli)

La Villa reale di Monza conquista i Cerea: la famiglia stellata Michelin prende il ristorante

Cambio della guardia alle Cucine di Villa reale a Monza: arriva la famiglia Cerea, pluristellata Michelin da anni, i titolari di “Da Vittorio” a Brusaporto e molte altre attività.

In Villa reale arriva la ristorazione firmata dal celebre ristorante “Da Vittorio” di Brusaporto, campione della Guida Michelin con tre stelle. È il terzo cambio dopo l’esperienza con la ristorazione del gruppo guidato da Marcello Forti, quindi del gruppo Ottaviani che aveva creato la società ItMonza con il concessionario Attilio Navarra.

L’annuncio è stato dato alla presentazione della nuova mostra dedicata a Dalì al Belvedere, dallo stesso Attilio Navarra che ha reso noto l’ingresso nelle cucine della Reggia della famiglia Cerea. Icona della ristorazione italiana la famiglia Cerea si occupa di buon cibo dal 1966, a partire dal ristorante aperto a Bergamo dal capostipite Vittorio (stella Michelin nel 1978), quindi proseguita con i figli Enrico e Roberto (2 stelle Michelin nel 1996 e tre stelle dal 2010).

«Inserirci in un contesto di prestigio sul piano nazionale e internazionale come Villa reale - spiega Francesco Cerea, responsabile della ristorazione esterna del gruppo e artefice della carta dei vini - è una grande sfida, significa contribuire con un’offerta gastronomica di alto livello a far conoscere e apprezzare ancora di più questo luogo».

Saranno due le formule previste per i visitatori: un’offerta base con la società Vicook (seconda linea del gruppo) per il bistrot e la caffetteria: «Un’offerta curata - precisa Cerea - con la scelta delle materie prime che ci caratterizzano, ma con una fascia di prezzo adatta per colazioni e pranzi». Snack, insalate, anche la celebre pizza cotta al vapore tra le proposte disponibili per pranzo. La cucina invece sarà disponibile per eventi nelle belle sale del corpo centrale della Villa: dalle sale di rappresentanza del primo piano, fino al Belvedere dove l’allestimento della mostra dedicata a Dalì (per i prossimi due anni) è stato studiato per convivere anche con eventi e lunghe tavolate.

I fratelli Cerea che, oltre al Relais et Château di Brusaporto gestiscono un ristorante a Saint Moritz e uno a Shangai, possono contare anche su due cognati ai fornelli: lo chef Paolo Rota, ora impegnato a Saint Moritz e il pasticcere Simone Finazzi che amplierà l’offerta gourmande anche in Villa. Il personale attualmente in servizio in Reggia resterà anche con la nuova gestione che sarà del tutto operativa già da martedì. «Stiamo lavorando per un Capodanno in Villa - conclude Cerea - ma non so se riusciremo visto i tempi stretti».

Felice della novità il concessionario Attilio Navarra: «Nessuna reggia italiana può vantare una offerta gastronomica a tre stelle - dice - chiedo un aiuto al Consorzio perché siano superati gli ostacoli che fino ad oggi hanno impedito al ristorante di decollare. A partire dalla possibilità di un parcheggio comodo per l’accesso alla reggia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA