La Reggia di Monza cerca un manager: bando per la direzione del Consorzio
La Villa reale e il parco di Monza

La Reggia di Monza cerca un manager: bando per la direzione del Consorzio

La Regione e il Consorzio Villa reale e Parco non rinnovano automaticamente l’incarico a Piero Addis: aperto il bando per la selezione di un direttore generale.

È scaduto l’incarico del direttore generale del Consorzio Villa reale e parco e non sarà automaticamente rinnovato al manager Piero Addis, per il quale è scattata un proroga tecnica di tre mesi. L’ente che gestisce la Reggia, con la Regione Lombardia, ha deciso di procedere con un nuovo bando pubblico per cercare il nuovo direttore che governerà una fase particolarmente delicata del complesso monumentale di Parco e Villa reale.

Monza Piero Addis

Monza Piero Addis
(Foto by Fabrizio Radaelli)

La manifestazione di interesse è stata pubblicata mercoledì 26 febbraio e il termine è il 19 marzo: stando al protocollo previsto dalle amministrazioni pubbliche coinvolte, la Regione si occupa di raccogliere le candidature, quindi un “gruppo tecnico” del Pirellone verrà incaricato di comparare i curricula e di convocare eventuali colloqui per preparare una rosa che finirà nelle mani del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, dopo avere valutato esperienze un po’ più specifiche di quelle dettate dai requisiti: sarà lui quindi a designare il direttore, d’intesa con i promotori del Consorzio, e sarà poi il presidente del Consorzio stesso (per statuto il sindaco di Monza) a nominarlo.

Si tratta di un poltrona che vale 140mila euro all’anno, stando all’ultimo bando aperto dalla Regione, quello che nel tardo autunno del 2016 ha poi portato alla guida del consorzio monzese Piero Addis, in arrivo dalla Regione Lombardia dove si era occupato della programmazione artistica. Aveva sostituito Lorenzo Lamperti, manager della Reggia negli anni della riapertura della Villa reale.

Il contratto era sulla carta rinnovabile, ma la scelta è stata un’altra: riaprire la partita per la direzione di Villa e Parco in una fase decisiva, quella che porta all’assegnazione del bando per il masterplan (termini scaduti martedì 18 febbraio), per la seconda fase dei lavori finanziati dalla Regione (termini esauriti una settimana prima) e nell’ambito della gestione dei rapporti, non semplici, con il concessionario della Villa reale, Italia costruzioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA