La lotta alle fake news parte dagli over 55: corso con il Consorzio comunità Brianza
Fake news stop informazione falsa - freepik/it.freepik.com

La lotta alle fake news parte dagli over 55: corso con il Consorzio comunità Brianza

Il Consorzio Comunità Brianza scende in campo per l’alfabetizzazione digitale degli over 55 e apre un bando per cercare venticinque persone che potranno partecipare gratuitamente a una formazione su Fake news, alfabetizzazione mediatica e competenze digitali.

Il Consorzio Comunità Brianza, capofila del progetto europeo Digitol, scende in campo per l’alfabetizzazione digitale degli over 55. Da pochi giorni è stato aperto un bando per cercare venticinque persone con più di 55 anni che potranno partecipare gratuitamente a una formazione su Fake news, alfabetizzazione mediatica e competenze digitali e ad altre attività intergenerazionali. Il programma si svolgerà da giugno a settembre 2021 (offline e online), per un totale di sessanta ore.

“La promozione dell’alfabetizzazione digitale dovrebbe andare oltre l’acquisizione di competenze di base nell’uso di computer o altri dispositivi e dovrebbe includere il rafforzamento dell’alfabetizzazione mediatica, il pensiero critico e la capacità di riconoscere informazioni online affidabili” sottolinea Antonio Dell’Atti, responsabile del progetto Digitol per Consorzio Comunità Brianza. Occhi ben puntati sulle fake news.

Adulti digitali

Adulti digitali

“Le fake news – riprende Dell’Atti - influenzano in modo non indifferente il dibattito pubblico su questioni importanti come il cambiamento climatico, le migrazioni, l’accettazione della diversità e da ultimo la percezione della pandemia e del tema vaccini. Siamo convinti che le sfide della digitalizzazione e la rapida diffusione delle fake news nell’ultimo decennio richiedano un ri-orientamento del concetto di alfabetizzazione digitale. E sono queste le motivazioni e gli obiettivi del progetto Digitol e della proposta di formazione per over 55”.

L’iniziativa sarà guidata da giovani under 30, denominati, nell’ambito del progetto “Giovani Ambasciatori”. Ragazzi motivati e competenti che hanno frequentato nei mesi scorsi una formazione online interna finalizzata al progetto acquisendo competenze come pensiero critico, alfabetizzazione digitale e mediatica, abilità di facilitazione e moderazione. I Giovani Ambasciatori saranno supportati da formatori esperti nel campo dei diritti umani, dei discorsi d’odio (hate speech), della disinformazione e dell’alfabetizzazione mediatica.

Le candidature dovranno pervenire entro il 30 aprile all’indirizzo rachele.meda(at)comunitabrianza.it. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del Consorzio.

Il Consorzio ha organizzato per martedì 20 aprile alle 18 uno webinar gratuito sul tema “Dialoghi intergenerazionali per contrastare le fake news” con la partecipazione di esperti in alfabetizzazione digitale e invecchiamento attivo nel quale sarà illustrato anche il programma di formazione. Per le iscrizioni consultare il sito Eventbrite (clicca qui).


© RIPRODUZIONE RISERVATA