L’8 marzo a Monza e in Brianza

Eventi della Giornata della donna

L’8 marzo a Monza e in Brianza  Eventi della Giornata della donna

L’8 marzo a Monza e in Brianza. Decine gli appuntamenti per festeggiare le donne e, soprattutto, per riflettere sul ruolo nella società, le difficoltà, le ambizioni. Con un pizzico di cura di sé. Gli appuntamenti per la giornata e il mese di marzo.

L’8 marzo a Monza e in Brianza. Decine gli appuntamenti per festeggiare le donne e, soprattutto, per riflettere sul ruolo nella società, le difficoltà, le ambizioni. Con anche un pizzico di cura di sé.

Monza - A Monza appuntamento all’Urban Center con un convegno per parlare, condividere, valorizzare, in-formare e agire insieme. Dalle 9.30 alle 12.30, l’Universal peace federation, in collaborazione con la Federazione delle donne per la pace nel mondo, organizza l’incontro sul tema “Donne in cammino: percorsi di arte, impegno sociale e spiritualità”.

Binario 7 - Al teatro Binario 7 (ore 17.30, sala E) il dibattito «Le donne parlano di sé», promosso dalla Cooperativa edificatrice Carlo Cattaneo col gruppo culturale Gli amici del cortile. All’incontro prenderanno alcune donne lavoratrici. Le relatrici sono la deputata monzese Alessia Mosca, capogruppo deputati Pd, membro della Commissione parlamentare politiche europee, la senatrice Pd Lucrezia Ricchiuti, Donatella Paciello, presidente del Consiglio comunale di Monza, Cherubina Bertola, vicesindaco. La giornata si concluderà con lo spettacolo teatrale «Regno di donna», della compagnia teatrale Apollonio su testo di Alma Gjini.

In centro - Lungo le vetrine del centro (piazza Roma-via Italia) mostra fotografica “La donna nel mondo” a cura del Cadom. Sabato e domenica, dalle 10 alle 19 in piazza Trento e Trieste, “L’arte in strada – Donne Creattive” con mostra mercato di prodotti artigianali, spettacoli d’intrattenimento con artiti di strada e professionisti, laboratori tematici per adulti e bambini.

Clinica Zucchi - Immagini d’impatto, che non lasciano indifferenti, di donne mutilate nel corpo che con orgoglio mostrano le cicatrici della malattia che le ha viste vittoriose. Per far riflettere e promuovere la prevenzione: è l’obiettivo della mostra fotografica “La forza delle donne”, che si può visitare fino a sabato 8 marzo agli istituti clinici Zucchi. Un’iniziativa promossa dal centro di senologia del nosocomio monzese diretto dal dottor Giovanni Ciuffo e che vede come modelle alcune pazienti. Alcune, senza problemi, oltre a mostrare i seni martoriati dalla chirurgia, hanno mostrato anche il loro volto. Altre, invece, hanno preferito nasconderlo dietro a una maschera.

Al Serrone - La mostra “Amore e psiche” in corso fino al 4 maggio al Serrone di Villa reale festeggia l’8 marzo riservando un biglietto a metà prezzo (5 euro invece che 10) per tutte le donne che si presenteranno al Serrone.

Al ristorante - Per festeggiare la bellezza e il coraggio del genere femminile, Il Guscio di via Matteo da Campione organizza una serata a base di cibo e musica. Sabato 8 marzo i Diecicorde Trio allieteranno il pubblico con le loro rivisitazioni in chiave jazz, pop e soul dei successi italiani e internazionali. Concerto alle 20.

Lea e le altre - Si parlerà di Lea Garofalo, ma non solo, lunedì 10 marzo. Di tutte le donne coraggiose che, pur in contesti proibitivi, hanno saputo ribellarsi alle mafie e al potere della criminalità. Ma si discuterà pure di donne complici. Storie che verranno spiegate nell’incontro «Lea e le altre: storie femminili di mafia e antimafia», in programma nel Centro civico D’Annunzio (ex sede Circoscrizione 3) di via d’Annunzio 35. Il convegno, promosso dal Coordinamento donne di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil Uilp Brianza, inizierà alle 14.30.

Lea Garofalo è la collaboratrice di giustizia che, nel 2009, fu rapita e uccisa e bruciata dell’ex marito e dai suoi complici. I suoi resti furono poi nascosti in un terreno a San Fruttuoso. All’incontro prenderanno parte Cherubina Bertola, vicesindaco di Monza, Marika Demaria, autrice del libro «La scelta di Lea», Ombretta Ingrascì, autrice del volume «Donne d’onore: storie di mafia al femminile». Il coordinatore sarà Valerio D’Ippolito, di Libera Monza e Brianza.

Sala Maddalena - Non una giornata, ma un mese di incontri dedicati alle donne: è l’iniziativa dell’Associazione Mazziniana Italiana che sabato scorso ha inaugurato in sala Maddalena il ciclo con l’incontro sul tema “Le donne e la scienza giuridica”. Il programma ripartirà il 15 marzo alle 17.30 in sala Maddalena quando lo sguardo andrà alle giornaliste e corrispondenti di guerra come Jessie White e Oriana Fallaci. Ospite Isabella Bossi Fedrigotti con Gianna Parri, presidente dell’Associazione Mazziniana. Il 22 marzo Edi Minguzzi, docente di Greco all’università Statale di Milano ripercorrerà la figura femminile nell’antica Grecia. Partecipazione libera.

Villasanta - In Brianza, Marie Siegfried e le altre a Villasanta. Ovvero “Le bisnonne dell’Europa di pace”, protagoniste della conferenza in programma sabato mattina dalle 10.30 alle 12.30 nelle sale di villa Camperio, in via Confalonieri. Relatore sarà Roberto Albanese dell’Istituto per la cittadinanza attiva, Greenman, che alle donne di pace ha dedicato il suo ultimo romanzo intitolato “Il pane del perdono. Chanson de geste delle bisnonne dell’Europa di pace”.

Desio - Sabato al teatro Il Centro di Desio lo spettacolo “Pulcinella suggeritore melodrammatico” della compagnia Teatrando, all’interno della rassegna “Donne e parità di genere”. In via Conciliazione 17, alle 21, la regia è di Silvano Ilardo.È un mese tutto per le donne grazie al calendario di eventi “Culturando” di marzo.

Domenica 9, le donne del Coordinamento Desio Città Aperta propongono una nuova “lezione” di cucina etnica, questa volta dedicata alle ricette della tradizione italiana (milanese) e macedone, alle 15 al Centro Il Girasole di via San Pietro 14.

Giovedì 13 al liceo Majorana alle 11 si terrà una conferenza sul tema della violenza di genere. Desio Città Aperta insieme al Centro Culturale Lazzati e la scuola di italiano per stranieri organizzano sabato 15 marzo alle 17 la presentazione del libro “Miei cari amici vi scrivo” di Liana Bicec, giornalista moldava immigrata a Brescia dove ha trovato lavoro come badante. L’appuntamento è in sala Pertini del municipio. Seguirà un aperitivo etnico. Sempre sabato 15, alle 18 in Villa Tittoni sarà inaugurata la mostra di Marika Martina “La natura illuminata nel lutto estetico della mente” promossa dall’associazione Museo Scalvini.

Giovedì 20 marzo il centro Lazzati organizza la presentazione del libro “Sovrane” della filosofa Annarosa Buttarelli, in sala Pertini alle 21. Sabato 22 alle 21 in villa Tittoni andrà in scena lo spettacolo “Le donne di Puccini”, la figura della donna nella musica di Puccini, a cura di Arden e Amici della Musica. “Donne al centro della scena” è il titolo della mostra fotografica che sarà allestita in Villa Tittoni il 29 e 30 marzo a cura dell’associazione Teatrando

Agrate Brianza - In scena al cineteatro Duse di Agrate Brianza (via Marco d’Agrate 49 alle 21), la compagnia teatrale Qui e Ora propone “Madri”, regia di Elena Bucci. Biglietto per lo spettacolo: intero 10 euro, ridotto 7.

Arcore - “Lotta agli stereotipi e alle discriminazioni di genere sul lavoro” è il titolo del progetto promosso dall’associazione White Mathilda di Desio che verrà presentato sabato 8 marzo alle 11 nella sala del “Camino” in Comune ad Arcore. L’iniziativa cofinanziata dalla Regione Lombardia punta a proporre una cultura diverse sul ruolo della donna nella società e nell’impresa. Partecipano i sindaci di Arcore, Limbiate e Paderno Dugnano oltre a molte associazioni del territorio.

Domenica 9 marzo invece ci sarà alle 11 la passeggiata benefica nel parco di Villa Borromeo intitolata “Camminiamo per le donne noi donne”. Il ricavato andrà a sostegno di White Mathilda.

Vimercate - A Vimercate sono gli studenti i grandi protagonisti dell’edizione 2014 di Marzo Donna, la rassegna tutta al femminile organizzata come di consueto dall’assessorato alle Pari opportunità e alle Politiche giovanili in collaborazione con la biblioteca e il Must.

In programma ci sono incontri, mostre e spettacoli fino al 30 marzo, per celebrare insieme il mese dedicato alla donna. Per la prima volta saranno coinvolte anche le scuole superiori, che parteciperanno attivamente a un concorso e a tre conferenze. Il concorso è abbinato allo spettacolo teatrale Lysistrata, portato in scena dall’associazione culturale Teatrando. Gli studenti delle scuole superiori saranno protagonisti attivi di tre incontri (tutti alle 21 e tutti nell’auditorium della biblioteca) appositamente pensati per loro: martedì 11 avranno la possibilità di incontrare e intervistare Amalia Ercoli Finzi, ingegnere aerospaziale di fama internazionale che spiegherà ai ragazzi la sua vita in equilibrio tra carriera e famiglia. Sabato 15 protagonista sarà Cinzia Parnigoni, restauratrice del David di Michelangelo. Giovedì 20, infine, si parlerà del drammatico tema legato alla violenza sulle donne con l’intervento, tra gli altri, di Marco D’Aleo (comandante dei carabinieri di Vimercate) e di rappresentanti del Cadom, il Centro aiuto donne maltrattate di Monza. A questo proposito i 22 comuni che fanno riferimento al distretto socio sanitario del Vimercatese hanno deciso di unirsi per reperire i finanziamenti necessari all’apertura sul territorio di uno sportello dedicato alle donne vittime di violenze e maltrattamenti.

Sabato 8 marzo l’ingresso al museo Must sarà gratuito per tutte le donne dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle19. S’inaugura la mostra “Forme&colori, sguardi femminili attraverso l’arte” a cura delle artiste vimercatesi. Ingresso libero, fino al 23 marzo.

Lentate sul Seveso - Sabato 8 marzo, sino al 15 marzo, il centro civico “Roberto Terragni” in via Monte Santo a Camnago di Lentate sul Seveso ospita la mostra fotografica “Donne resistenti” di Paolo Bona, un omaggio alle donne che hanno avuto un ruolo essenziale nella resistenza. L’inaugurazione è alle 10. Sabato 15 alle 17 le donne della resistenza si raccontano attraverso le parole del fotografo, a seguire aperitivo. Alle 20 chiusura dell’esposizione.

Brugherio - Sabato alle 10, in aula consiliare a Brugherio, si riunisce il gruppo di lavoro sul progetto “No violenza: donne e uomini - percorsi condivisi”. L’incontro sarà condotto da operatori Incontragiovani, con modalità interattive. All’interno dello stesso progetto è fissato l’appuntamento di mercoledì 12 marzo, alle 18.30, con Sonja Riva: focus sui “soggetti della violenza”, sull’importanza dell’ascolto e dell’accoglienza delle vittime.

Concorezzo - Otto marzo nel segno della bellezza e del relax all’Acquaworld di Concorezzo con un’intera giornata (day&night) dedicata alle Donne con diversi eventi di benessere, trattamenti di bellezza e massaggi agli olii essenziali. Durante il giorno, nelle stanze del vapore, sessioni gratuite di scrub alla mimosa e lavanda mentre in terrazza trattamenti per la pelle e massaggi all’olio di mimosa. Nel corso della serata Privè SPA, ingresso con accesso a tutte le aree del parco, Apericena al tavolo riservato e 25 minuti di massaggio all’olio di mimosa.

Cesano Maderno - Non solo mimose per le donne di Cesano Maderno nel fine settimana dell’8 marzo. Si comincia alle 18 dall’auditorium Disarò, con le ragazze del Villaggio Snia che sfilano con gli abiti dell’archivio Snia. Dalle 19 alle 21 cena a buffet a palazzo Borromeo, con teatro, musica e karaoke. Nelle sale della villa ci saranno diversi convegni e conferenze, incontri incentrati sulla figura della donna attraverso i secoli. Alle 21 ancora in auditorium sarà possibile ascoltare anche le “Liriche al femminile” interpretate da Equivoci musicali. Domenica dalle 16.30 ancora musica a Palazzo e convegni, alle 17. Per tutta la settimana sarà inoltre possibile visitare la mostra “150 anni di italiane. Mettere e rimettere al mondo la patria” dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.30, e “Volti e voci di donne”, in biblioteca.

Biassono - A Biassono un pomeriggio dedicato al ruolo della donna nei processi di Pace. Alcune associazioni locali si sono unite per organizzare un incontro aperto dal titolo “Le donne di pace del Risorgimento - Le ragioni di ecopacifismo oggi”. L’appuntamento è per sabato 15 marzo, alle 15, nella sala civica “Carlo Cattaneo” del Comune di Biassono. Il programma prevede una serie di letture di testi, riflessioni ed interessanti contributi proposti da ogni singola associazione coinvolta. L’ iniziativa è promossa e organizzata dalle sezioni locali Spi-Cgil, Fnp, Cisl pensionati di Biassono, in collaborazione con la locale sezione Anpi, Emergency-gruppo Monza e Brianza e l’ associazione culturale “Gaetano Osculati”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA