Investe gli agenti della Stradale di Monza e Brianza e fugge: identificata a denunciata
Una pattuglia della Polizia stradale

Investe gli agenti della Stradale di Monza e Brianza e fugge: identificata a denunciata

È successo all’altezza di una stazione di servizio sulla SS36. Nel fine settimana gli agenti hanno anche sanzionato tre automobilisti per guida in stato di ebbrezza. Rilevati 9 incidenti stradali tra Valassina e Tangenziali.

Guidava un autocarro per trasporto di materiale edile, di peso complessivo inferiore a 35 quintali, con un tasso di alcol nel sangue ben oltre i limiti di 0,5 mg/l, addirittura superiore a 2 mg/l. Il conducente, venerdì pomeriggio, è stato denunciato in stato di libertà con applicazione delle sanzioni accessorie di ritiro della patente di guida da parte degli agenti della polizia stradale di Monza e Brianza. Altri due automobilisti sono stati denunciati il giorno successivo, sabato 9 ottobre, sempre per guida in stato di ebbrezza alcolica: un 27enne, in mattinata, nel centro abitato di Arcore, e una donna di 30 anni, in serata, nei pressi dello svincolo di Carate Brianza della SS36.

Sempre nel corso del fine settimana gli agenti hanno anche rilevato tre incidenti stradali che hanno interessato la Statale 36 all’altezza di Carate Brianza, Seregno e Desio con conseguenze lesive lievi per i coinvolti nei primi due eventi. I sinistri non hanno provocato particolari ripercussioni sul traffico. Altri sei incidenti con danni lievi solo ai mezzi coinvolti sono stati rilevati lungo la Tangenziale nord di Milano e sulla Est.

E’ poi della scorsa settimana, il 4 ottobre, in serata, ancora sulla Statale 36 un episodio che ha coinvolto una pattuglia impegnata presso un’area di servizio all’altezza di Molteno (Lecco): durante un controllo degli occupanti di una Renault Clio, la donna al volante, che si sarebbe rifiutata di fornire le proprie generalità, si è data alla fuga investendo gli agenti e facendoli finire a terra, fortunatamente senza conseguenze. Poco prima, dalla medesima auto, durante le medesime fasi di accertamento, erano fuoriusciti due uomini, di probabile etnia nord africana che erano scappati a piedi.

A seguito di successiva attività di indagine la automobilista è stata identificata: si tratta di una 37enne residente ad Abbadia Lariana, già nota alle forze dell’ordine, mentre l’auto è risultata provento di furto avvenuto a Lecco. La donna è stata rintracciata e indagata per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione del veicolo, nel frattempo rinvenuto, che dopo gli accertamenti di rito sarà restituito al legittimo proprietario. Inoltre le sono state contestate violazioni amministrative per guida con patente revocata e con veicolo non assicurato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA