Inquinamento, Brugherio annulla il falò di Sant’Antonio al parco Increa
Brughiero falò Increa

Inquinamento, Brugherio annulla il falò di Sant’Antonio al parco Increa

Brugherio annulla il falò di Sant’Antonio al parco Increa per motivi ambientali. In giorni con il Pm 10 oltre i limiti, Il “divieto assoluto di combustioni all’aperto” è contenuto nelle misure antismog.

Gennaio 2020 mese di allerta inquinamento, con giorni oltre il limite. Ma anche della festa di Sant’Antonio e di falò legati alla tradizione. Il “divieto assoluto di combustioni all’aperto” è contenuto nelle misure antismog dell’accordo aria del bacino padano e di conseguenza i Comuni stanno valutando il da farsi: Brugherio è il primo della provincia di Monza e Brianza a comunicare che il falò di Sant’Antonio al parco Increa non si farà.

Una decisione consapevole, motivata proprio “dalla situazione dell’inquinamento e viste le normative regionali, che non danno alcun margine di manovra”.

È il primo, ma (forse) non sarà l’ultimo. Analoga decisione è all’esame a Meda, in attesa di novità da istituzioni o associazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA