In aula per il processo la giovane stordita con droga nei drink e violentata a Bellusco
Droga stupro

In aula per il processo la giovane stordita con droga nei drink e violentata a Bellusco

È iniziato a Milano il processo ai tre uomini accusati di violenza sessuale aggravata per avere stordito una ragazza di 22 anni drogandole un drink e poi per aver abusato di lei per ore in una casa a Bellusco.

È iniziato a Milano il processo ai tre uomini accusati di violenza sessuale aggravata per avere stordito una ragazza di 22 anni drogandole un drink e poi per aver abusato di lei per ore. La ragazza era stata avvicinata in un locale di Milano, la violenza si era consumata in una casa nel Vimercatese, a Bellusco.

Gli imputati, arrestati a gennaio, sono tre uomini milanesi di 22, 29 e 48 anni (il proprietario dell’abitazione) che verranno interrogati il 28 maggio.

LEGGI Stordita con la droga dello stupro e violentata in Brianza: tre arresti - VIDEO

Lunedì, a porte chiuse, è stata sentita la ragazza che, a quanto si apprende da fonti d’agenzia, avrebbe raccontato l’incubo vissuto un anno fa, ricordando di essersi sentita “molto confusa, ma una sensazione diversa rispetto a quella che si ha quando si beve troppo”.

Sarebbe stata stordita con benzodiazepine, la cosiddetta ’droga dello stupro’, in un drink ingannata da quello che considerava un amico, e da due suoi complici di quest’ultimo. Narcotizzata in un locale di Milano con le benzodiazepine mescolate nei cocktail, portata contro la sua volontà in un appartamento di Bellusco, e lì abusata per ore.

Tratta in inganno da quello che considerava un amico, e da due delinquenti complici di quest’ultimo. Alle indagini avevano collaborato in maniera attiva e decisiva i gestori del locale in cui si erano svolti i fatti: le telecamere avevano registrato il momento in cui i tre avevano versato per tre volte le benzodiazepine nel bicchiere della vittima.


© RIPRODUZIONE RISERVATA