In arrivo il 2019 insieme al Cittadino: le agende (fotografiche) e i calendari col Fai
COPERTINA AGENDA

In arrivo il 2019 insieme al Cittadino: le agende (fotografiche) e i calendari col Fai

Un evento nell’auditorium della redazione del Cittadino a Monza per presentare le nuove agende 2019 realizzate con Spazio Tazio: tra le pagine le fotografie scattate nelle uscite ai quattro angoli della Brianza. In arrivo anche i nuovi calendari (cinque) in collaborazione col Fai.

Mesi di scoperte e di lezioni di fotografie e adesso eccola: l’agenda 2019 del Cittadino è pronta per accompagnare i lettori per i prossimi dodici mesi. È il risultato del progetto organizzato dal giornale e dalla concessionaria pubblicitaria Spm Monza e Brianza con lo studio-galleria SpazioTazio di Monza (spaziotazio.it): il punto di partenza sono state le Passeggiate fotografiche che hanno coinvolto chiunque ha voluto approfondire tecnica e trucchi dello scatto accompagnati da professionisti.

COPERTINA AGENDA

COPERTINA AGENDA

Dove? Ai quattro angoli di Monza e della Brianza.

Gli scatti sono stati selezionati e sono diventati le dodici immagini più la copertina dell’agenda 2019, che viene presentata ufficialmente giovedì 13 dicembre nella sede del Cittadino, in via Longhi 3: porte aperte a chiunque voglia partecipare a partire dalle 17.30.

Saranno presenti Marzio Franco e il direttore del Cittadino, Claudio Colombo: alle pareti del nostro auditorium gli ingrandimenti delle fotografie scelte. L’agenda sarà poi in vendita nelle edicole (o ancora al Cittadino) a partire da giovedì 13 dicembre e da sabato 15 dicembre a 3,50 euro oltre al prezzo del giornale.

In regalo per i lettori, invece, nelle stesse date, i calendari 2019 del Cittadino: uno per ognuna delle cinque edizioni, seguendo percorsi tematici. Cioè i luoghi della memoria, per quanto riguarda Monza, oppure i luoghi dell’arte nella Brianza sud, quindi l’ambiente e la natura del Vimercatese (il paesaggio), uno sguardo dall’alto sulla Valle del Seveso e l’architettura delle ville storiche della Brianza nord.

Il progetto è nato come l’anno scorso grazie alla collaborazione del Fai Monza e Brianza, la delegazione territoriale del Fondo ambiente italiano, presieduta da Elena Colombo, con il giornale: è lei ad avere ideato il progetto insieme a Ferdinando Zanzottera, con il coordinamento di Dario Piovera. L’iniziativa ha trovato alleati nel Circolo fotografico monzese e nell’Isal, l’Istituto per la storia dell’arte lombarda.

«L’iniziativa editoriale dei calendari intende incoraggiare il maggior numero di lettori-cittadini a scoprire e a lasciarsi coinvolgere dalle testimonianze di arte, architettura, luoghi della memoria, paesaggi che dal passato si mostrano nel presente e interagiscono con tutti noi ha scritto Elena Colombo - offrendosi come beni di tutta la comunità e come espressioni della nostra identità. I calendari sono anche un invito a cercare queste tracce nelle città briantee affinché si rafforzi il senso di appartenenza a uno spazio comune».


© RIPRODUZIONE RISERVATA