Il sindaco di Monza: «Zona rossa confermata fino al 27 novembre, dati sui contagi incoraggianti»
Dario Allevi sindaco (Foto by Fabrizio Radaelli)

Il sindaco di Monza: «Zona rossa confermata fino al 27 novembre, dati sui contagi incoraggianti»

Dario Allevi fa il punto su Facebook dell’incontro con il governatore Fontana: «solo uniti si vince» e sull’indice RT: «è sceso a 1,1 a Monza in linea (anzi leggermente meglio) rispetto alla media regionale che si attesta a 1,15»

“Zona rossa” confermata fino al 27 novembre. Lo scrive il sindaco di Monza Dario Allevi nella consueta comunicazione social di mercoledì 19 novembre, dove informa sull’incontro avvenuto nel pomeriggio, insieme agli altri primi cittadini di città capoluogo lombarde, con il governatore Attilio Fontana. «L’ho voluto fortemente fin dai giorni scorsi e sono soddisfatto che oggi tutti i Sindaci dei capoluoghi lombardi abbiano accettato che la Lombardia prosegua compatta la battaglia contro il #Covid19 - scrive - Sono convinto che solo uniti si vince: abbassare ora la guardia in una zona magari meno colpita di altre significherebbe prolungare ancora la fase delle restrizioni. Con il Presidente Fontana ci siamo dati appuntamento fra una settimana per valutare ancora una volta #insieme l’evoluzione epidemiologica ed eventualmente ipotizzare qualche allentamento delle misure attuali».

«Intanto - continua Allevi - fino al 27 novembre la “zona rossa” è confermata: dunque domani (oggi, venerdì 20 novembre) prorogheró fino a quella data la sospensione delle strisce blu, dei parcheggi a disco orario e dei divieti di sosta per il lavaggio strade a #Monza».

Il sindaco ha anche commentato con moderata soddisfazione anche gli ultimi dati relativi ai contagi: «Per il secondo giorno consecutivo i dati della nostra città registrano un miglioramento, infatti sono +91 le persone positive rispetto a ieri (finalmente un numero a due cifre). Anche in ospedale si registrano ricoveri in diminuzione, soprattutto grazie ai trasferimenti verso altri nosocomi meno congestionati e all’aumento delle dimissioni».

«Il vero dato incoraggiante - conclude - è l’ormai famoso indice RT che è sceso a 1,1 a Monza in linea (anzi leggermente meglio) rispetto alla media regionale che si attesta a 1,15. Proprio questa situazione suggerisce di proseguire gli sforzi in maniera omogenea, per consolidare la curva della discesa e conquistare - prima o poi ce la faremo - ciò che ci manca di più: la normalità. #nonmolliAMO».


© RIPRODUZIONE RISERVATA