Il sindaco di Concorezzo Capitanio chiede aiuto alle opposizioni: «Vinciamo insieme la partita della caserma dei carabinieri»
Caserma carabinieri

Il sindaco di Concorezzo Capitanio chiede aiuto alle opposizioni: «Vinciamo insieme la partita della caserma dei carabinieri»

Il sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio ha chiesto aiuto alle opposizioni in Consiglio comunale per cercare di sbrogliare la matassa dell’immobile oggi occupato dalla caserma dei carabinieri, venduto a un privato che ha battuto l’offerta avanzata dal Comune.

«Vinciamo insieme la partita della caserma dei carabinieri». Questo è l’appello del sindaco Mauro Capitanio, dopo che l’immobile di via Ozanam messo all’asta è stato aggiudicato a un privato per un milione di euro superando tra le altre anche l’offerta dell’amministrazione che ha preso parte al bando. «L’acquisto da parte del Comune avrebbe consolidato il rapporto tra amministrazione e Arma con la consapevolezza dell’imprescindibilità della presenza dei carabinieri sul nostro territorio – ha detto il primo cittadino -. La caserma passa da una proprietà privata a una nuova proprietà privata. Nostro compito adesso è garantire che si confermi quella collaborazione tra pubblico e privato che ha garantito fino ad ora la presenza dei carabinieri a Concorezzo».

Per farlo chiede sostegno anche alle opposizioni. «Anche nel recente Consiglio comunale forse i toni del dibattito si sono alzati eccessivamente su questo tema e in questi giorni ho apprezzato molto le posizioni responsabili di molti consiglieri comunali, di maggioranza e minoranza, che hanno dato piena disponibilità a collaborare per aiutarci a finalizzare questo progetto – ha detto il sindaco -. Sono consapevole che Concorezzo e la sua classe politica siano ben diversi da quello che spesso appare sui social perché è evidente che, seppur su molti temi ci possa essere divergenza di visione, sulla volontà di mantenere i Carabinieri a Concorezzo ci sia unanimità totale. Allora mettiamo da parte le polemiche, abbassiamo i toni (sarò il primo a farlo) e dedichiamo le nostre energie per far convergere gli interessi di pubblico e privato e conservare la caserma a Concorezzo. Vinciamo insieme questa partita».

Tra l’altro l’amministrazione comunale sta anche valutando se mantenere o meno acceso il mutuo di circa 900mila euro approvato settimana scorsa per partecipare all’asta, perché parte di quella cifra potrebbe essere destinata ad altri progetti dal momento che il tasso del mutuo è conveniente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA