Il Cob incorona il direttore generale dell’Asst Brianza, Trivelli: «È il Mario Draghi della sanità»
L’ospedale Trabattoni di Seregno

Il Cob incorona il direttore generale dell’Asst Brianza, Trivelli: «È il Mario Draghi della sanità»

Grande endorsement in favore di Marco Trivelli, direttore generale dell’Asst Brianza, da parte del Cob, il Comitato ovest Brianza: «È il Mario Draghi della sanità»

È stato molto proficuo l’ultimo incontro, in videoconferenza tra il Cob (Comitato ovest Brianza) e il direttore generale dell’Asst Brianza, Marco Trivelli. I lavori sono stati aperti da Antonio Colombo, coordinatore del Cob, il quale nell’esprime il compiacimento del comitato per l’attuale gestione positiva dell’Asst Brianza, ha sottolineato come «sia in antitesi con quella di Alparone che ha tagliato funzioni importanti all’ospedale di Desio». Inoltre ha espresso compiacimento per il Poas (Piano organizzativo aziendale) che ha restituito efficienza a 4 reparti del nosocomio desiano in declino, come: radiologia, nefrologia con i Cal, oncologia e oculistica.

Colombo a nome del Cob ha condiviso la convinzione di Trivelli di evitare i primari a scavalco, in quanto «la presenza saltuaria e frettolosa di un primario rende precaria la continuità di cura dei malati e impedisce una gestione incisiva», ma anche l’insoddisfazione per il mancato concorso per il primariato di ostetricia e ginecologia. Sergio Cazzaniga, già assessore regionale, ha poi paragonato Trivelli a premier Mario Draghi per il suo modo di operare. In altri interventi è stata sottolineata la necessità di una maggiore e fattiva collaborazione tra i medici di famiglia e la rete ospedaliera. Giovanni Casella, gastroenterologo limbiatese, ha molto insistito su questo punto e Edgardo Zilioli ha manifestato con disappunto come i medici curanti che si pensionano non passino i dati delle cartelle cliniche ai medici che li sostituiscono creando un grave danno alla continuità di cura.

All’incontro con Trivelli hanno partecipato anche l’onorevole Andrea Mandelli (Forza Italia), farmacista e neo eletto vice presidente della Camera dei Deputati, che si è detto disponibile a supportare le iniziative Cob per potenziare gli ospedali. Sono intervenuti anche i consiglieri regionali Andrea Monti (Lega) e Marco Fumagalli (M5S) che hanno sempre affiancato il Cob con Gigi Ponti, Federico Romani e Marco Mariani.

È seguito un lungo e molto documentato intervento di Marco Trivelli che ha rassicurato circa i lavori di ampliamento del pronto soccorso di Desio che “«inizieranno in tempi accettabili e verrà anche posizionato, per una cifra di 600 mila euro, un padiglione ulteriore di facile montaggio destinato per ora a supportare gli interventi per il Covid e poi resterà a disposizione del pronto soccorso».

Ha proseguito affrontando il problema dei Dipartimenti (cioè l’organizzazione che assembla più reparti simili per ottimizzare l’efficacia di cura). «Cercherò - ha detto - di organizzarli ponendo a capo primari di tutti gli ospedali aziendali in modo il più possibile equilibrato tra Desio e Vimercate». Ha precisato che di tutte le possibilità organizzative lui preferirebbe l’organizzazione geografica e cioè dipartimenti dell’est vimercatese e dell’ovest: Desio,Carate,Seregno


© RIPRODUZIONE RISERVATA