Giussano: vandalismo al centro sportivo di Paina, i carabinieri fermano due ragazzini
I vetri sfondati al centro sportivo (Foto by Federica Verno)

Giussano: vandalismo al centro sportivo di Paina, i carabinieri fermano due ragazzini

Avvisati da un vicino del centro sportivo di Paina di Giussano, i carabinieri sono arrivati in una delle ultime sere ai campi e hanno trovato due sorprese: vetri sfondati e due ragazzini di 13 e 15 anni all’interno.

Erano le 20.30, in una delle scorse serate, quando un residente li ha visti intrufolarsi nel centro sportivo Aldo Boffi, a Paina, e ha chiamato i carabinieri. Nel frattempo aveva iniziato a suonare il sistema di allarme. Quando sono arrivati i militari della locale stazione i due erano ancora all’interno. Si tratta di due ragazzini minorenni, di Giussano, 13 e 15 anni, che avevano evidentemente deciso di trascorrere una serata diversa. «L’allarme è stata manomessa – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Soloni – perché continuava a suonare. I due ragazzi erano all’interno, in un localino. Sono stati portati in caserma e sono stati avvisati i genitori. Come Comune sporgeremo denuncia sia per violazione di proprietà, che c’è stata ed è effettiva, sia per danni. Abbiamo trovato, infatti, due grandi vetrate rotte. Si tratta di vetri molto duri, antisfondamento. Chiaramente la dinamica è al vaglio dei carabinieri, ma, una decina di giorni fa, abbiamo effettuato un sopralluogo poiché altri due giovani, non di Giussano in quel caso, avevano fatto accesso all’impianto senza arrecare danni e allora i vetri erano totalmente integri. Sicuramente se verrà accertato che sono stati i due ragazzini, chiederemo alla famiglie di pagare i danni per la sostituzione dei vetri. Sinceramente non si può pensare che possa trattarsi solo di una bravata. Ringrazio il cittadino che ha segnalato quanto stesse accadendo: ciò ha permesso un intervento davvero tempestivo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA