Giussano: un italiano spaccia a un senegalese, in tasca ha 2.000 euro
Il denaro e la droga sequestrati al giussanese

Giussano: un italiano spaccia a un senegalese, in tasca ha 2.000 euro

L’italiano spacciatore e il senegalese cliente: una scena a ruoli invertiti - almeno secondo lo stereotipo più comune - quella cui hanno assistito i carabinieri di Giussano che hanno tratto in arresto per spaccio un 19enne del luogo, incensurato, che vive con i genitori. In tasca aveva 2 grammi di marijuana e 2.010 euro.

L’italiano spacciatore e il senegalese cliente: una scena a ruoli invertiti - almeno secondo lo stereotipo più comune - quella cui hanno assistito i carabinieri di Giussano che hanno tratto in arresto per spaccio un 19enne del luogo, incensurato, che vive con i genitori. I militari, impegnati un servizio mirato di controllo nel parco di Villa Sartirana, martedì 23 ottobre, nel pomeriggio, hanno pizzicato il giovane mentre cedeva mezzo grammo di marijuana per 10 euro a un senegalese, a sua volta denunciato. Perquisito, addosso all’italiano i carabinieri hanno trovato altri 2 grammi di marijuana e ben 2.010 euro oltre che un grinder (macina marijuana). L’arresto è stato convalidato e il giudice ha stabilito nei confronti del 19enne l’obbligo di firma alla Polizia giudiziaria tre volte alla settimana. L’udienza del processo è stata fissata per novembre.

(Ha collaborato Cristina Marzorati)


© RIPRODUZIONE RISERVATA