Giussano, era domiciliari: trovato in giro dai carabinieri con contanti e cocaina.  A casa bilancini e altro materiale
Il vano della macchina dove era nascosta la droga

Giussano, era domiciliari: trovato in giro dai carabinieri con contanti e cocaina. A casa bilancini e altro materiale

I carabinieri di Giussano hanno arrestato per spaccio un 31enne di Garbagnate Monastero, con lui un complice, che aveva l’obbligo di firma

Nell’auto c’erano 20 dosi di cocaina e 5mila euro in contanti. E a casa di uno dei due fermati bilancini e materiale per il confezionamento delle dosi. È il risultato di un controllo effettuato nel giorni scorsi dai carabinieri di Giussano, nel corso del quale, appunto, cono stati controllati due uomini sospetti che viaggiavano su una macchina.

Sin dalle prime fasi del controllo gli occupanti sono apparsi agitati e pertanto il capo equipaggio, un Brigadiere, ha deciso di effettuare un’accurata perquisizione veicolare sino a scovare, sotto la cuffia del cambio una volta sfoderata, 20 dosi di cocaina pronte per essere smerciate e quasi 5mila euro in contanti.

Il danaro ritrovato

Il danaro ritrovato

Subito dopo si è proceduto alla perquisizione domiciliare a casa di uno dei due soggetti, un italiano residente in zona, dove venivano trovati due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente.

I due uomini erano volti noti alle forze dell’ordine, sempre per episodi di spaccio. Si tratta di un 31enne di Garbagnate Monastero (LC) celibe, disoccupatom e di un 24enne marocchino in italia senza fissa dimora,

L’italiano era ai domiciliari e il marocchino, aveva l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. Provvedimenti che entrambi non hanno rispettato.

Sono stati quindi arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso e trasferiti nella caserma della Compagnia Carabinieri di Seregno per poi, a seguito di rito direttissimo, sono stati messi agli arresti domiciliari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA