Giussano, arriva il centro polivalente da 300 posti erede del Palatenda
GIUSSANO SOPRALLUOGO AREA PER CENTRO POLIVALENTE SINDACO E ASSESSORE CRIPPA (Foto by Federica Verno)

Giussano, arriva il centro polivalente da 300 posti erede del Palatenda

A Giussano via all’iter pe realizzare un edificio polivalente da 300 posti per manifestazioni ed eventi cittadini, pubblici e privati (enti, scuole, associazioni). A bilancio 990mila euro.

Un nuovo edificio polivalente a Giussano per manifestazioni ed eventi cittadini, pubblici e privati (enti, scuole, associazioni). È stato avviato l’iter per la realizzazione di una struttura che possa svolgere le funzioni, che un tempo aveva il Palatenda. L’amministrazione come area (oggi un grande prato di proprietà comunale) ha individuato quella posizionata tra la via Massimo D’Azeglio, le aree verdi destinate ad ospitare gli orti urbani e il piazzale Carlo Cattaneo, più noto come la sede del mercato, luogo spesso utilizzato dagli appassionati di attività sportiva all’aria aperta in una zona baricentrica della città, dove sono già presenti diversi servizi: è vicino al Municipio, alle scuole, all’ospedale, al magazzino comunale.

Nei giorni scorsi sono scaduti i termini dell’avviso per la manifestazione di interesse finalizzata alla selezione di professionisti. Una clausola vincolante posta dall’amministrazione è la presenza, nel team di progettisti, di un architetto “Under 40”, una scelta fatta «per sostenere i professionisti emergenti – hanno spiegato il sindaco Marco Citterio e l’assessore ai Lavori Pubblici, Giacomo Crippa – Considerando eventuali ostacoli burocratici, per la fine dell’anno dovrebbe concludersi l’iter amministrativo. L’intenzione è ridare alla cittadinanza una struttura che manca da tempo, mettendola a disposizione di associazioni, istituti e società presenti sul territorio comunale, un complesso caratterizzato da spazi al chiuso, spazi al coperto e spazi all’aperto, idoneo ad ospitare attività di aggregazione per la maggior parte dell’anno e che sia progettato anche alla luce di quanto sta accadendo a livello sanitario affinché non sia una struttura inutilizzabile già dal suo nascere. Sarà collocato in una piastra che già accoglie molti delle principali attrezzature di interesse e servizi comunali, quali quelli scolastici, sportivi e socio-sanitarie. Non di secondaria importanza la relativa vicinanza a due dei principali centri sportivi cittadini, oltre che ampie aree di parcheggio ad uso pubblico, già esistenti».

Il centro polivalente, destinato a manifestazioni socioculturali, avrà una capienza di circa 300 persone, con una potenziale dotazione di uno spazio autonomo, destinato a cucina, che consentirebbe di ospitare e gestire eventi culinari, ricreativi e cene associative, completando le richieste dell’amministrazione «che potrebbe così dare una idonea localizzazione alle manifestazioni che prevedano anche la somministrazione di pasti» . Per l’opera sono stati allocati in bilancio circa 990mila euro.


Federica Vernò

Giornalista de Il Cittadino

© RIPRODUZIONE RISERVATA