Giorno del ricordo: le iniziative organizzate a Seregno e Carate
La deposizione di una corona di fiori davanti alla stele che ricorda Norma Cossetto in via Reggio a Seregno

Giorno del ricordo: le iniziative organizzate a Seregno e Carate

Anche i Comuni di Seregno e Carate hanno organizzato iniziative per celebrare il Giorno del ricordo.

Si tendono online i fili della memoria. Il Comune di Carate Brianza annuncia un bis di iniziative in occasione del Giorno del Ricordo, che rinnova la testimonianza sulla tragedia delle vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra. Martedì 9 febbraio, alle 10, gli studenti delle scuole secondarie del territorio sono invitati a seguire la videoconferenza “Il confine orientale italiano tra nazionalismi e conflitti”, realizzata in collaborazione con l’associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia - comitato provinciale di Monza e Brianza. Interverranno il presidente di ANVGD Monza e Brianza, Pietro Antonio Cerlienco e il professor Giorgio Federico Siboni dell’Università degli Studi di Milano. L’evento è aperto alla cittadinanza. Per seguirlo, basta CLICCARE QUI.Nella mattina di mercoledì 10 febbraio, sulla pagina Facebook ufficiale del Comune verrà pubblicato un videomessaggio del sindaco Luca Veggian.

A Seregno un momento istituzionale sottolineerà mercoledì 10 febbraio, in mattinata, la ricorrenza della Giornata del ricordo. Il suo teatro sarà il parco di via Reggio intitolato ai fratelli Elia ed Antonio Longoni, nella zona davanti alla stele dedicata a Norma Cossetto, figura simbolo della tragedia istriana. L’appuntamento sarà trasmesso in diretta video sul canale di Facebook SeregnoNotizie. Per evidenziare il significato della giornata, l’amministrazione comunale ha predisposto una serie di manifesti, incentrata sulle testimonianze di personaggi legati alle vicende sotto la lente d’ingrandimento, che andrà a comporre una mostra visibile dalle vetrate de “L’Auditorium” di piazza Risorgimento: la scelta è caduta su Mario Andretti, Nino Benvenuti, Enzo Bettiza, Sergio Endrigo, Sergio Marchionne, Ottavio Missoni, Fulvio Tomizza ed Alida Valli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA