Giornata della disabilità, a Lissone si inaugura Casa Stefania per il “Dopo di noi”
Lissone Giornata disabilità

Giornata della disabilità, a Lissone si inaugura Casa Stefania per il “Dopo di noi”

Si tratta di un progetto sperimentale voluto da Associazione e Fondazione Stefania dove il Comune ha giocato un ruolo decisivo: si tradurrà in una vera e propria casa per un gruppo di quattro residenti che vivranno insieme .

Il Comune di Lissone aderisce alla Giornata internazionale delle persone con disabilità, proclamata nel 1981 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e celebrata ogni anno il 3 dicembre, allo scopo di promuoverne i diritti e il benessere.

«Solo per l’area disabilità, nel corso del 2020 il Comune ha speso quasi 3 milioni di euro, una delle voci di maggior impatto per il bilancio comunale che non è mai stata ridotta nel corso del mandato, garantendo così pieno supporto alle fragilità delle persone con disabilità, ai loro familiari e collaboratori - affermano il sindaco Concettina Monguzzi e Anny Mariani, assessore con delega alla Persona - Oltre al nostro contributo economico, vogliamo sviluppare una nuova cultura della disabilità, che porti effettivamente all’inclusione e alla partecipazione alla vita cittadina».

Per questo motivo il Comune pubblicherà sul proprio sito internet istituzionale un manifesto richiamando la frase pronunciata dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata del 3 dicembre 2019: «Il nostro Paese ha nei nostri concittadini con disabilità un giacimento di energie, di risorse e di contributi di cui si priva perché non li mette adeguatamente in condizione di potersi esprimere e realizzare. Questo è quindi l’obiettivo di carattere sociale e politico che va sviluppato e realizzato».

E parteciperà all’inaugurazione di un nuovo progetto, sostenuto per quanto riguarda le proprie competenze: mercoledì 1 dicembre il sindaco e l’assessore parteciperanno all’apertura ufficiale di Casa Stefania, un progetto sperimentale voluto da Associazione e Fondazione Stefania che rappresenta una realtà abitativa capace di rispondere ai bisogni relativi al “Dopo di Noi” delle persone con disabilità. Il Comune ha giocato un ruolo decisivo nel percorso che si tradurrà in una vera e propria casa per un gruppo di quattro residenti che vivranno insieme in un appartamento.

Nei prossimi giorni, inoltre, il Centro Diurno Disabili di Lissone parteciperà alla rappresentazione animata “Pierino e il Lupo” che vedrà una rappresentanza sul palco in veste di protagonista e una delegazione seduta fra il pubblico per assistere allo spettacolo che si terrà giovedì 2 alle 10.30 a Tregasio.

Cooperativa Gioele ha invece aderito con entusiasmo alle iniziative promosse dal Marketing Territoriale del Comune e sarà in piazza Libertà, con una speciale “casetta”, nei weekend dell’11-12 e del 18-19 dicembre. Protagonisti saranno i ragazzi che a turno presenteranno le idee regalo e l’oggettistica natalizia frutto delle attività laboratoriali svolte nel corso dell’anno. Presepi in argilla e panettoni da pasticceria in confezioni realizzate dai ragazzi ospiti di Gioele saranno alcune delle proposte lanciate alla cittadinanza: il ricavato permetterà l’acquisto di nuovo materiale che servirà ai ragazzi per continuare le loro opere artigianali.

Inoltre, il Comune di Lissone dialoga con associazioni, cooperative e famiglie nella coprogettazione di “Una via per la città - Lissone” un’azione della Rete TikiTaka per l’inclusione delle persone con disabilità. La rete si presenterà alla città nel corso del Festival primaverile. E ha poi garantito pieno supporto ad Assist, il progetto di sport inclusivo che ha preso il via ormai da alcune settimane che si prefigura attraverso un percorso educativo di aumentare le opportunità di socializzazione e integrazione attraverso le attività sportive e di gioco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA