Galeone da 20mila euro rubato al campione del mondo di Lentate sul Seveso
Lentate Aldo Cappelletti Il vascello Artesien rubato a Verona (Foto by Cristina Marzorati)

Galeone da 20mila euro rubato al campione del mondo di Lentate sul Seveso

Furto da 20mila euro ai danni del campione del mondo: ladri scappano con un vascello del 1700. È successo a Verona, ma la vittima è Aldo Cappelletti di Camnago di Lentate sul Seveso.

Furto da 20mila euro ai danni del campione del mondo: ladri scappano con un vascello del 1700. È successo a Verona, ma la vittima è Aldo Cappelletti di Camnago di Lentate sul Seveso, 73 anni, orafo in pensione e ammirato per l’arte del modellismo. Due volte campione del mondo, altrettante miglior modellista europeo e per ben dieci volte campione italiano, Cappelletti è da sempre ricercato dagli addetti ai lavori per esporre durante eventi e manifestazioni nazionali e internazionali le sue magnifiche riproduzioni in miniatura, perfette al dettaglio grazie ad anni di certosino lavoro.

Aldo Cappelletti

Aldo Cappelletti
(Foto by Cristina Marzorati)

Il 3 marzo a Verona era in corso la fiera del modellismo, forse l’evento di maggiore richiamo in Italia. In uno stand di Navy Model, allestito insieme a un’altra associazione, è stato esposto con orgoglio l’Artesien di Cappelletti: vascello francese del 1700, pezzo unico al mondo.

«Sono stato il primo a riprodurlo ispirandomi a un libro di modellismo francese. So che altri lo stanno costruendo, ma non ancora finito». Questo significa che modelli di Artesien di questa fattura ce n’è soltanto uno e quel pezzo unico è stato purtroppo rubato domenica 3 marzo fuori da un ristorante nel veronese. Al rientro dall’esposizione chi aveva richiesto a Cappelletti il meraviglioso vascello, si è fermato a mangiare, tanto è bastato a ignoti per aprire il furgone e rubare una decina di pezzi tra cui l’Artesien. Per l’orafo camnaghese è stato un colpo durissimo: «Quel vascello mi aveva consentito di vincere un campionato italiano. Ricordo ancora il momento della premiazione. Eravamo a Perugia, accanto a me c’era mio figlio e gli dissi: ”Questo è tuo”».

Un pezzo rarissimo il cui valore è stato stimato in 20mila euro dagli addetti ai lavori. Forse chi l’ha rubato domenica sapeva dove colpire. Non tutti i modelli all’interno del furgone sono stati sottratti. È stato un furto su commissione? Soltanto un esperto può comprendere il valore di un pezzo del genere, costruito in anni di fatica, minime riproduzioni di ogni singola parte, un lavoro che da sempre contraddistingue il modellismo di Cappelletti. Recentemente affascinati dalla sua arte gli studenti del liceo “Cardinal Ferrari” di Cantù hanno avuto ancora l’onore di averlo docente per un giorno. «Tutti gli anni tengo una lezione di musica – si racconta il camnaghese - Canto nel coro del Cardinal Ferrari, mi conoscono e così mi hanno chiesto di spiegare come si costruisce un violino, dalle prime fasi sino al posizionamento delle corde e poi naturalmente di suonarlo. Ho portato anche uno dei miei fari e in particolare la riproduzione del faro di Livorno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA