Furti a raffica tra Seregno e Albiate: i carabinieri arrestano il ladro invisibile
Carabinieri

Furti a raffica tra Seregno e Albiate: i carabinieri arrestano il ladro invisibile

Un curriculum da ladro seriale ed esperto di effrazioni quello del 44enne albiatese arrestato lunedì dai carabinieri per furto. Era il ladro invisibile che aveva colpito senza lasciare tracce tra Seregno, Albiate e il Milanese.

Un curriculum da ladro seriale ed esperto di effrazioni quello del 44enne albiatese arrestato lunedi dai carabinieri per furto. I militari hanno messo fine a una lunga serie di reati commessi da un abilissimo Arsenio Lupin con alle spalle numerosi colpi ai danni di abitazioni private, svaligiate con un’ abilità decisamente sorprendente e minuziosa, tanto che - in alcune circostanze - i padroni di casa si sarebbero accorti del furto solo alcuni giorni dopo.

L’uomo metteva a segno i colpi con una tecnica che gli ha consentito di introdursi in decine di case, villette, condomini, ma anche case di cortile tra Seregno, Albiate e il circondario. Ma non solo, la catena di reati era proseguita, negli ultimi tempi, anche nel milanese. L’albiatese era riuscito sempre a farla franca. Sino, appunto, a lunedì.

Quando i carabinieri di Seregno lo hanno arrestato, mettendo così fine alla catena di furti, perpetrati in particolare tra il 2010 e il 2013. E con un’abilità davvero impressionante. Da quanto emerge, l’uomo colpiva in solitaria senza lasciare traccia alcuna: si intrufolava negli appartamenti scelti per il furto con il minimo sforzo, evitando di provocare danni (o quasi), e quindi, soprattutto, senza lasciare tracce evidenti della sua intrusione. Né vetri infranti, né infissi scardinati, nessun segno di effrazione. Tanto da non destare sospetti alle vittime ignare di quanto accaduto fra le loro quattro mura private, alle volte anche per giorni. Svaligiati gli appartamenti, il ladro seriale fuggiva via col maltolto.

Un’abilità come detto sorprendente che ha consentito all’uomo di commettere furti e impadronirsi di beni e preziosi per molto tempo. Le sue scorribande hanno imperversato in particolare a Seregno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA