“Fontana” rubato e fatto ritrovare

Indagano i carabinieri di Monza

“Fontana” rubato e fatto ritrovare  Indagano i carabinieri di Monza

Sono state affidate ai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio artistico di Monza guidati dal capitano Francesco Provenza le indagini sul furto e ritrovamento di”Concetto spaziale 1962”, il quadro di Lucio Fontana del valore di oltre mezzo milione di euro ritrovato (fatto ritrovare) lunedì su un’auto a Milano.

Sono state affidate ai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio artistico di Monza guidati dal capitano Francesco Provenza le indagini sul furto e ritrovamento di”Concetto spaziale 1962”, il quadro di Lucio Fontana del valore di oltre mezzo milione di euro ritrovato (fatto ritrovare) lunedì su una vecchia Nissan Serena rubata davanti ai cancelli della Porsche di via Stephenson, a Milano. Un’opera di 90 centimetri per 120 che i ladri avevano caricato sull’auto e coperto con un lenzuolo scuro. La Nissan, abbandonata davanti a un passo carraio, non poteva non essere notata all’interno l’opera d’arte rubata la scorsa settimana al Museo Pecci in Ripa di Porta Ticinese. Un ritrovamento dunque tutt’altro che casuale. Secondo gli investigatori i ladri dopo averla rubata non sono riusciti a”piazzarla” e se ne sono dovuti disfare anche perché vicini ad essere identificati. Ma non è ancora detto, le indagini proseguono.


© RIPRODUZIONE RISERVATA