Fare la spesa per chi non può: la Caritas di Sovico chiede una mano
Una raccolta di generi alimentari

Fare la spesa per chi non può: la Caritas di Sovico chiede una mano

Il progetto si chiama “Famiglie Solidali”: l’invito concreto a chi si rende disponibile è a consegnare alimenti non deperibili, o offerte per acquistarli, nella sede di via Riva o al Centro d’Ascolto di via Baracca

Per molte persone anche un’attività quotidiana come fare la spesa è impossibile o difficoltoso a causa di forti condizioni di disagio. Caritas Sovico ricorda ora più che mai il progetto “Famiglie Solidali”. Fare la spesa per chi non può: ecco il fine concreto che ognuno può favorire aderendo in prima persona. I prodotti devono essere non deperibili (ad esempio, pasta, scatolame, tonno, olio, latte UHT, caffè, zucchero, biscotti, marmellata etc...).

“La famiglia non è vincolata alla quantità da donare o al valore dell’offerta, ma alla fedeltà al gesto, semplice ma nello stesso tempo educativo alla carità e di grande aiuto verso le famiglie che il banco e la Caritas aiutano” sottolinea la Caritas.

Gli alimenti o le offerte possono essere consegnati direttamente nella sede di piazza Riva, 4 a Sovico, il primo giovedì del mese dalle 10 alle 11.30 oppure al Centro di Ascolto in via Baracca, 16 ogni martedì dalle 15 alle 17 e ogni giovedì dalle 20 alle ore 22, contattando il Banco di Solidarietà – Centro di Ascolto Caritas (039 6771756 – e-mail: [email protected]) oppure attraverso un bonifico: PARROCCHIA CRISTO RE CENTRO DI ASCOLTO CARITAS Banca: INTESA SAN PAOLO - cod. IBAN IT96J03069096061708185.


© RIPRODUZIONE RISERVATA