Elezioni 2018: gli eletti a Roma e in Regione
Elezioni 2018: spoglio elezioni regionali nel seggio alla scuola De Amicis a Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Elezioni 2018: gli eletti a Roma e in Regione

Undici brianzoli a Roma tra Camera e Senato (sei sono della Lega) e sette al Pirellone. Ecco chi sono i politici di Monza e Brianza premiati alle #Elezioni2018.

Undici brianzoli a Roma tra Camera e Senato (sei sono della Lega) e sette al Pirellone. Ecco chi sono i politici di Monza e Brianza premiati alle #Elezioni2018.

Massimiliano Romeo (Lega)
Elezioni 2018: Massimiliano Romeo (Lega), eletto al Senato. Monzese classe ’71, è stato capogruppo del Carroccio in Regione Lombardia. ll suo primo pensiero da senatore è per le “donne padane” che lo hanno sostenuto da quando ha mosso i primi passi politici nel quartiere di San Biagio. Obiettivi: sicurezza, metropolitana a Monza e Vimercate, barriere antirumore sulla linea ferroviaria Milano-Lecco- Chiasso.

Monza, Massimiliano Romeo

Monza, Massimiliano Romeo
(Foto by Fabrizio Radaelli)


Emanuele Pellegrini (Lega)
Elezioni 2018: Emanuele Pellegrini (Lega), eletto al Senato. Segretario provinciale brianzolo e consigliere comunale a Carnate, è alla prima esperienza da parlamentare: «Ringrazio la mia famiglia, Matteo Salvini, tutta la grande famiglia della Lega e gli elettori che mi hanno dato fiducia. Cercherò di non deludere le aspettative».

Monza, Emanuele Pellegrini

Monza, Emanuele Pellegrini
(Foto by Fabrizio Radaelli)


Massimiliano Capitanio (Lega)

Elezioni 2018: Massimiliano Capitanio (Lega), eletto alla Camera. Classe ’74, è matricola in Parlamento ma non in politica: consigliere comunale a Correzzana, ha già collaborato con diversi big della Lega compreso Salvini. Dopo l’elezione ha citato Italo Calvino: «”Contano due principi: non farsi mai troppe illusioni e non smettere di credere che ogni cosa che fai potrà servire”. È quello che farò per il mio territorio e il Paese».

Concorezzo: Massimiliano Capitanio

Concorezzo: Massimiliano Capitanio


Andrea Crippa (Lega)
Elezioni 2018: Andrea Crippa (Lega), eletto alla Camera. Esponente dei Giovani padani, è stato eletto nel collegio uninominale 3 (Bollate ). Trent’anni, lissonese, è assistente di Salvini ed è stato votato nel territorio delle Groane di lunga tradizione leghista.

Andrea Crippa

Andrea Crippa


Paolo Grimoldi (Lega)
Elezioni 2018: Paolo Grimoldi(Lega), rieletto alla Camera. Segretario regionale della Lega, è stato confermato a Montecitorio. «Continueremo a difendere l’autodromo e il Gran Premio, il programma è chiaro. In attesa di capire che Governo sarà formato, resteremo leali alla coalizione».

Monza, Paolo Grimoldi

Monza, Paolo Grimoldi
(Foto by Radaelli Fabrizio)


Giulio Centemero (Lega)
Elezioni 2018: Giulio Centemero (Lega), eletto alla Camera. È stato votato nel collegio di Bergamo, ma è originario di Arcore e qui ha iniziato la sua carriera politica sempre tra le fila del Carroccio. Commercialista di professione: in campagna elettorale ha parlato di piccoli imprenditori e sostegno alle aziende nuove e innovative.

Arcore: Giulio Centemero

Arcore: Giulio Centemero


Andrea Mandelli (Forza Italia)
Elezioni 2018: Andrea Mandelli (Forza Italia), eletto alla Camera. È presidente dell’ordine interprovinciale dei farmacisti e nell’ultimo quinquennio è stato senatore della Repubblica. «C’è un paese da mandare avanti: dobbiamo riprendere il bandolo della matassa e presentare il Def per impostare la legge di bilancio».

Monza: Andrea Mandelli

Monza: Andrea Mandelli


Gianmarco Corbetta (M5S)
Elezioni 2018: Gianmarco Corbetta (M5S), eletto al Senato. Debutta a Roma da consigliere regionale penstastellato.«È un dato che ci fa ben sperare per le prossime amministrative. Sapevamo che avremmo ottenuto un buon risultato».

Gianmarco Corbetta

Gianmarco Corbetta


Davide Tripiedi (M5S)
Elezioni 2018: Davide Tripiedi (M5S), rieletto alla Camera. Desiano, appena saputo della conferma a Montecitorio ha avuto un pensiero per il collega di Movimento Bruno Marton, che invece in questa tornata non è stato confermato al Senato: «Lo voglio sinceramente ringraziare per il lavoro delicato di questi anni in commissioni delicate. E poi grazie a tutti gli attivisti della Brianza».

Desio: Davide Tripiedi

Desio: Davide Tripiedi


Roberto Rampi (Partito democratico)
Elezioni 2018: Roberto Rampi (Partito democratico), eletto al Senato. Quella dell’ex vicesindaco di Vimercate è stata forse l’elezione più sofferta: ha dovuto attendere il martedì mattina per avere la (quasi) certezza di essere confermato a Roma. Negli ultimi cinque anni ha lavorato alla Camera e si è impegnato su scuola, cultura e musica dal vivo. «È stato un voto complicato. Il Pd ha pagato la ltigiosità interna», ha commentato.

Monza Roberto Rampi

Monza Roberto Rampi
(Foto by Fabrizio Radaelli)


In Regione.

Andrea Monti (Lega)
Elezioni 2018: Andrea Monti (Lega), eletto in Regione. Guida la truppa leghista al Pirellone con tre esponenti: Monti da Lazzate è stato il più votato, arriva dopo l’esperienza da assessore provinciale.

Andrea Mont

Andrea Mont


Alessandro Corbetta (Lega)
Elezioni 2018: Alessandro Corbetta (Lega), eletto in Regione. Giovane padano, di Besana in Brianza, parte lancia in resta: «Dobbiamo incidere perché la Brianza ottenga quanto merita, cioè di più». Obiettivi: sottopassi ferroviari a Meda e Varedo, sicurezza in Valassina.

Besana: Alessandro Corbetta

Besana: Alessandro Corbetta


Marco Mariani (Lega)
Elezioni 2018: Marco Mariani (Lega), eletto in Regione. L’ex sindaco di Monza entra come terzo consigliere e ha atteso l’ufficialità fino a martedì notte. Uno dei primi pensieri è stato per l’ex collega democratico Roberto Scanagatti - suo successore in Comune - che invece è rimasto fuori.

Monza Marco Mariani

Monza Marco Mariani
(Foto by Fabrizio Radaelli)


Fabrizio Sala (Forza Italia)
Elezioni 2018: Fabrizio Sala (Forza Italia), eletto in Regione. Già vicepresidente regionale, è stato confermato come consigliere più votato in assoluto con più di 8mila preferenze conquistate. Esattamente come cinque anni fa. «Adesso mi occuperò in modo significativo e determinante di tutte le tematiche che riguardano la Brianza». Ovvero: sostegno alle imprese, semplificazione, Pedemontana, autonomia.

Fabrizio Sala

Fabrizio Sala


Paola Romeo (FI)

Elezioni 2018: Paola Romeo (Forza Italia), eletta in Regione.La trentenne di Limbiate è nel lotto di chi ha dovuto aspettare l’ultima scheda scrutinata per festeggiare. Alla fine a scapito del collega brianzolo Federico Romani; 1600 preferenze a fronte delle 1567 del figlio dell’ex ministro. Questo testa a testa però quasi sicuramente non si rivelerà decisivo visto che la possibile nomina di Fabrizio Sala come assessore aprirà le porte di Palazzo Lombardia ad entrambi. Romeo è figlia del sindaco di Limbiate, che per sostenere la sua campagna si era auitosospeso per due settimane, e ha fatto il pieno di voti in patria, ben 822.

Limbiate, Paola Romeo (Forza Italia) al centro

Limbiate, Paola Romeo (Forza Italia) al centro


Marco Fumagalli (M5S)

Elezioni 2018: Marco Fumagalli (M5S), eletto in Regione. Consigliere comunale a Brugherio, è al primo mandato al Pirellone e anche lui pensa al risultato già in chiave futura: «Soddisfatti, speriamo sia da traino per le amministrative». Il più votato davanti all’agratese Lidia Ronchi.

marco fumagalli 5 stelle

marco fumagalli 5 stelle


Gigi Ponti (Pd)
Elezioni 2018: Gigi Ponti (Partito democratico), eletto in Regione. Ex sindaco di Cesano Maderno, è stato presidente della Provincia di Monza e Brianza. È l’unico candidato eletto del centrosinistra all’opposizione: «Non so cosa sia successo domenica. Sento tutta la responsabilità di rappresentare in Regione la nostra comunità».

Gigi Ponti

Gigi Ponti
(Foto by Fabrizio Radaelli)


© RIPRODUZIONE RISERVATA